Dona Adesso
Movimento per la Vita italiano

Movimento per la Vita Roma

Giornata per la vita: le iniziative di Roma

Domenica 5 febbraio l’iniziativa sul tema “Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Teresa di Calcutta”

“Donne e uomini per la vita nel solco di Santa Teresa di Calcutta” sarà il tema della 39ª Giornata per la vita che si celebra domenica 5 febbraio. A livello diocesano alle 10.30 si terrà la consueta liturgia eucaristica nella chiesa parrocchiale di Santa Maria in Traspontina (via della Conciliazione) che sarà presieduta dal vescovo ausiliare Lorenzo Leuzzi. Al termine i partecipanti insieme a tanti volontari del Movimento per la Vita romano, del Segretariato Sociale per la Vita onlus, del Centro di aiuto alla vita (Cav) di Roma, del Consultorio Familiare diocesano “Al Quadraro”, del Forum delle Associazioni familiari del Lazio, della Fondazione Ut Vitam Habeant e dell’Associazione Donum Vitae attraverseranno via della Conciliazione in corteo, con striscioni e palloncini, fino a giungere in piazza San Pietro per recitare l’Angelus con Papa Francesco alle 12.

Per la Giornata il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana ha ricordato nel suo messaggio che «educare alla vita significa entrare in una rivoluzione civile che guarisce dalla cultura dello scarto, dalla logica della denatalità, dal crollo demografico, favorendo la difesa di ogni persona umana dallo sbocciare della vita fino al suo termine naturale…». Un impegno nel solco della testimonianza di santa Teresa di Calcutta, canonizzata nel settembre scorso.

In vista della Giornata nazionale per la vita sono numerose le iniziative promosse nelle università e nelle parrocchie romane. Mercoledì 1º febbraio, dalle 15, all’Università Roma Tre si svolgerà il convegno intitolato “La dignità del nascere”, promosso dal Dipartimento di Giurisprudenza. Giovedì 2, sempre nel pomeriggio, le cure palliative pediatriche saranno al centro del convegno promosso all’ospedale Bambino Gesù. Venerdì 3, dalle 14, alla Lumsa, è previsto un appuntamento dedicato a “Neuropsicologia e disabilità” con la presentazione di alcune prassi nell’ambito delle metodologie di valutazione. Sabato 4 febbraio, dalle 8.30, nell’Aula Magna della Clinica ostetrica del Policlinico Umberto I si terrà il convegno “Attualità della diagnostica ostetrico–ginecologica e conseguenze operative: temi emergenti ed eticamente sensibili”; la conclusione con un documento degli esperti e l’intervento del vescovo ausiliare Lorenzo Leuzzi.

Nella Giornata di domenica 5 saranno oltre 10mila le primule distribuite in circa cento parrocchie romane. Insieme alle primule, il Movimento per la vita romano metterà a disposizione materiale informativo sulle tematiche relative alla vita. «Questa ricorrenza punta a sensibilizzare i fedeli delle parrocchie affinché sostengano con piccole donazioni le attività per la difesa e promozione della vita umana, dal concepimento alla morte naturale, messe in atto dal nostro Movimento», spiega il presidente Antonio Ventura. Tra le iniziative, il progetto Gemma che continua ad aiutare le mamme in difficoltà con un contributo mensile di 160 euro per i primi 18 mesi di vita del bambino. Così il Movimento per la vita ha contribuito a 22mila adozioni in Italia e a evitare 1.900 aborti a Roma e provincia. A disposizione delle donne anche il numero verde Sos Vita (800 813 000) che funziona tutti i giorni, 24 ore su 24, e fornisce un servizio di pronto intervento per aiutarle a portare avanti la gravidanza. Quando, invece, l’aborto si è già verificato «ci si può rivolgere – spiega Ventura – al numero verde di Fede e Terapia (800 969 878), dove volontari specializzati rispondono e ascoltano i genitori feriti dall’aborto».

Domenica ad organizzare iniziative di sensibilizzazione a favore della vita ci sarà anche il Segretariato sociale per la vita in 25 parrocchie di Roma e diversi Centri di aiuto alla vita (Cav). Ad esempio il Cav di Roma Ardeatino, attivo nella parrocchia di Santa Giovanna Antida Thouret (via Ferruzzi), che in 5 anni ha assistito più di 200 donne in stato di gravidanza e consentito la nascita di 230 bambini. Alle 11.30 si terrà l’incontro con l’attrice, scrittrice e madrina dei Cav di Roma Beatrice Fazi, che porterà la sua testimonianza di rinascita grazie alla fede dopo un aborto. Nel pomeriggio, un momento di formazione e condivisione delle esperienze: alle 16 il parroco don Alessandro Palla introdurrà tre laboratori di approfondimento su: l’aborto e le ferite dell’anima, le relazioni e le differenze tra maschi e femmine. Interverranno una psicoterapeuta, dei chirurghi e un’infettivologa.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione