Dona Adesso
Armenian Genocide Museum - Institute

Wikimedia Commons

Genocidio armeno: scomparsa in Canada una delle ultimi superstiti

Knar Emenidzhyan aveva 107 anni. Oltre un secolo fa, era fuggita con tutta la sua famiglia in Egitto

È deceduta a 107 anni, lo scorso 19 gennaio, a Montréal, Knar Emenidzhyan, l’ultima sopravvissuta del genocidio armeno residente in Canada. Era nata il 14 febbraio 1909 nella città di Cesarea, oggi Kayseri (Turchia). Come informa il sito Il Sismografo, la donna e tutta la sua famiglia più di un secolo fa è riuscita a scappare in Egitto e poi, qualche anni dopo, l’intero gruppo famigliare emigrò in Canada. Knar Emenidzhyan era uno dei pochissime testimoni di quest’orrenda pagina della storia ricordata nel mondo recentemente, in occasione del centenario, evocato tra il 2015 e il 2016.
Subito dopo la fine del genocidio turco-ottomano, la famiglia Knar Emenidzhyan era tornata alla villaggio d’origine dove trovò tutto bruciato e distrutto. Ad ogni modo questa famiglia continuò a vivere in questa località per dieci anni prima di trasferirsi in Egitto. A Cesarea, dopo la fuga e il ritorno, tutti i membri del gruppo, per vivere con un minimo di tranquillità e sicurezza, accettarono di dichiarare alle autorità turche di essere di confessione musulmana.
Ad Alessandria di Egitto, Knar si sposò nel 1943 e prese il cognome del marito, Bohdjelian. Dal matrimonio sono nati tre figli. Nel 1956 la famiglia si trasferì in Canada, a Montréal. Nel 2015 i sopravvissuti armeni erano 25 e tutti avevano 100 o più anni. Oggi, secondo l’ambasciatore armeno in Canada, i sopravvissuti nel mondo si possono contare sulle dita di una mano.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione