Dona Adesso

© Servizio fotografico - L'Osservatore Romano

Francesco saluta la Svezia: “Grazie per la calorosa accoglienza”

L’aereo del Pontefice atterrato a Ciampino alle 15.10. Nel messaggio a Mattarella: “Ho avuto l’opportunità di incoraggiare il dialogo ecumenico e l’impegno dei cristiani per il Vangelo”

È atterrato alle 15.10 all’aeroporto di Roma-Ciampino, con 20 minuti di anticipo rispetto al programma, l’aereo Alitalia con a bordo il Santo Padre di ritorno dal viaggio apostolico in Svezia. Il velivolo era decollato alle ore 13, presso l’aeroporto internazionale di Malmö, dopo che aveva avuto luogo la cerimonia di congedo del Santo Padre, alla presenza della ministra della Cultura e della Democrazia, Alice Bah-Kuhnke. Nelle circa 2 ore e 30 minuti di volo, Papa Francesco ha rilasciato ai 70 giornalisti che lo accompagnavano in aereo la consueta intervista.

Subito dopo la partenza da Malmö, il Papa ha poi fatto pervenire al Re di Svezia, Carl Gustaf XVI, un messaggio telegrafico in cui ha espresso gratitudine ai membri della Famiglia Reale e alla popolazione svedese “per la calorosa accoglienza e ospitalità”. Assicurando le sue preghiere, Bergoglio ha invocato le benedizioni divine sulla nazione scandinava.

Altri messaggi sono stati inviati, come consuetudine, ai presidenti dei rispettivi Stati sorvolati durante il tragitto. A Joachim Gauck, presidente della Repubblica federale di Germania, e al presidente del Nationalrat della Repubblica d’Austria, Doris Bures, il Pontefice ha nuovamente assicurato le proprie preghiere e “i migliori auspici” per i Paesi e le loro popolazioni.

Nel telegramma al presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, il Santo Padre ha scritto: “Al rientro del viaggio apostolico in Svezia dove ho avuto l’opportunità di incoraggiare il dialogo ecumenico, la perseveranza dei fedeli cattolici e il comune impegno dei cristiani al servizio del Vangelo, esprimo a lei signor presidente il mio beneaugurante saluto ed assicuro una speciale preghiera per il bene e la prosperità della nazione italiana sulla quale invoco le celesti benedizioni”.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione