Dona Adesso

Francesco e Hilarion, insieme a parlare di famiglia, Chiesa e cristiani in Medio Oriente

Il presidente del dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca è stato ricevuto dal Pontefice lo scorso 16 giugno

Il metropolita Hilarion di Volokolamsk, presidente del dipartimento per le relazioni estere del Patriarcato di Mosca, nonché uno dei più stretti collaboratori del patriarca Kirill, ha portato i saluti di tutta la Russia a Papa Francesco, durante l’udienza che si è svolta in Vaticano lo scorso lunedì 15 giugno.

Durante l’incontro, il Papa e Hilarion hanno discusso su diverse questioni, come riferito dal sito ortodosso russo Pramvir. Tra queste, “la disastrosa situazione della popolazione cristiana in Medio Oriente e nord Africa, la necessità di un’azione comune in difesa della comprensione tradizionale della famiglia nella società moderna, e la cooperazione tra Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa russa nel campo della cultura”.

Dopo l’udienza, il metropolita ha presentato al Papa i membri della delegazione che lo accompagnava, comprendente l’archimandrita Antony (Servryuk), segretario della gestione delle parrocchie del Patriarcato di Mosca in Italia, e Miguel Palacio, membro della Segreteria del dipartimento per le relazioni ecclesiastiche esterne della Chiesa ortodossa russa.

Al termine dei colloqui, Papa Francesco ha donato a Hilarion e al seguito la medaglia del suo secondo anno di pontificato. A loro volta, i membri della delegazione russa hanno presentato al Santo Padre una copia dell’antica icona russa di San Salvatore, dipinta dal protodiacono Alexie Trunin, chierico della Chiesa di Mosca dedicata all’icona della Madre di Dio “Gioia degli afflitti”, come informa sempre Pramvir.

La sera di domenica 14 giugno, alla vigilia dell’udienza con il Pontefice, il metropolita Hilarion aveva incontrato il cardinale Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani, con il quale ha discusso sui vari aspetti della cooperazione tra il Patriarcato di Mosca e la Santa Sede. All’incontro era presente anche fr. Hyacinthe Destivelle, membro del Dicastero.

Accompagnato dai prefetti, il ‘ministro degli esteri’ del Patriarcato russo ha poi visitato la Prefettura della Casa Pontificia e le esposizioni con i dipinti di Raffaello e di El Greco. A Hilarion è stata mostrata anche la Crocifissione in pietre preziose e malachite, offerta a Papa Gregorio XVI dall’imperatore Nicola I durante la sua unica visita in Vaticano. 

Dopo l’udienza con il Pontefice, Hilarion ha fatto ritorno a Mosca.

 

About Marina Droujinina

Giornalismo (Mosca & Bruxelles). Teologia (Bruxelles, IET).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione