Dona Adesso
View of Santa Maria del Fiore (Florence Cathedral) from the south

WIKIMEDIA COMMONS

Firenze, una lapide in Duomo per ricordare la visita del Papa

Ad alzare il velo, il card. Betori: “Visita del Santo Padre un incoraggiamento a moltiplicare gesti di misericordia verso gli altri”

Per ricordare la visita di Papa Francesco del 20 novembre 2015, in occasione del Convegno Ecclesiastico nazionale, è stata scoperta ieri, 31 dicembre, una lapide nella Cattedrale di Firenze. Si tratta di una lastra in marmo bianco di Carrara e marmo bardiglio realizzata dall’Opera di Santa Maria del Fiore.

Ad alzare il velo è stato l’arcivescovo Giuseppe Betori a conclusione del Te Deum. “L’anno che va a concludersi è stato segnato dal dono che il Papa Francesco ha fatto alla Chiesa e al mondo con il Giubileo Straordinario della Misericordia”, ha detto il porporato. “Siamo grati al Signore per i frutti di bene che ne sono scaturiti, sia in ordine alla consapevolezza del nostro bisogno di ricevere la misericordia divina sia per come siamo stati sollecitati a moltiplicare gesti di misericordia verso gli altri, soprattutto verso i più poveri. È un orizzonte che deve continuare a illuminare la testimonianza dei credenti e a nutrire il pensare e l’agire della società tutta”, ha aggiunto.

“In tempi così difficili, quali quelli che ci è dato di vivere – ha poi detto l’arcivescovo di Firenze – occorre sprigionare una fantasia della misericordia per farci vicini a ogni sofferenza della gente, da quelle che scaturiscono della grandi tragedie del mondo, guerre, persecuzioni, catastrofi naturali e umanitarie, fino alle tribolazioni quotidiane a noi vicine, come l’assenza di lavoro, la crisi delle relazioni familiari, la solitudine degli anziani, il dolore dei malati, le violenze sulle donne e sui bambini, le varie forme di ingiustizia. Ovunque – ha affermato Betori – c’è egoismo da contrastare con l’amore, indifferenza a cui reagire prendendosi cura dei fratelli, abbandoni a cui rispondere con l’accoglienza, chiusure da vincere con la tenerezza”

La lapide è stata collocata nella parete destra del Duomo accanto a quella che ricorda la visita di Paolo VI del 1966, quando Papa Montini celebrò la Messa di Natale dopo l’alluvione.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione