Dona Adesso

Filoni ai vescovi del Malawi: “Promuovere l’attività missionaria”

Il prefetto di Propaganda Fide ha esortato a cercare “modi creativi per integrare realtà locali, civili e sociali” nella Chiesa

Dopo aver presieduto la consacrazione della cattedrale di Karonga, sabato scorso il card. Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, ha incontrato i vescovi del Malawi nell’episcopio della diocesi di Karonga.

“Sono ben consapevole delle sfide che il vostro amato Paese affronta in questo momento – ha detto il cardinale nel suo discorso riportato dalla Radio Vaticana – la crisi alimentare causata dalla siccità nel nord e le inondazioni nel sud, le sfide economiche provocate da questi stessi avvenimenti e da altri fattori, la povertà conseguente avvertita da molti, e la mancanza di servizi sociali per le persone, molte delle quali soffrono tutti i tipi di disturbi, non ultimo l’Hiv/Aids. Tuttavia sono anche consapevole del buon lavoro svolto dalla Chiesa in questi momenti di bisogno”.

Il prefetto del Dicastero Missionario ha indicato l’Esortazione apostolica Evangelii Gaudium come “un documento prezioso, perché rappresenta la visione di Papa Francesco per la Chiesa nei prossimi anni”, ed ha richiamato quanto lo stesso Papa disse ai vescovi del Malawi in occasione della loro visita ad limina apostolorum del 2014. Quindi ha citato due recenti ricorrenze: il 50° anniversario del Decreto conciliare Ad Gentes, sull’attività missionaria della Chiesa, “documento che rimane valido ancora oggi”, ed il Centenario dell’evangelizzazione del Malawi, nel 2001: “Oggi ricordiamo con cuore grato tanti anni benedetti da quando ebbe luogo la prima evangelizzazione qui”.

Soffermandosi sull’attualità dell’impegno missionario, il card. Filoni ha sottolineato che “il vescovo, come capo e punto centrale dell’apostolato diocesano, deve promuovere, dirigere e coordinare l’attività missionaria, e incoraggiare tutti i membri del Popolo di Dio a partecipare all’opera di evangelizzazione”. Senza dubbio “la strada dell’evangelizzazione non è facile”, ha proseguito, invitando i vescovi a guardare all’esempio dei Martiri africani, “che sono stati testimoni della speranza e della misericordia di Dio anche di fronte al dolore della tortura e della morte”.

Il porporato in primo luogo ha esortato i vescovi del Malawi a cercare “modi creativi per integrare realtà locali, civili e sociali e mettere insieme i punti di forza delle persone e dei gruppi che compongono la Chiesa, in modo da coordinare in modo efficace l’opera di evangelizzazione, che è il compito primario della vostra Conferenza Episcopale”. Ha quindi evidenziato la promozione delle vocazioni al sacerdozio, curando un attento discernimento e assicurando una buona formazione nei seminari.

Infine, Filoni ha invitato i vescovi ad “essere vicini con affetto paterno e fraterno a tutti coloro che il Signore ha affidato loro”, con una particolare attenzione ai sacerdoti. “Sostenete i religiosi che generosamente prestano servizio nella vostra Diocesi con le preghiere, la retribuzione e il rispetto per la loro giusta autonomia – ha proseguito -. Inoltre, vi incoraggio a rimanere sempre presenti e disponibili per i fedeli laici, che sono una parte integrante nel lavoro di evangelizzazione in Malawi”.

Infine il cardinale prefetto ha espresso il suo apprezzamento ai vescovi, a nome di Papa Francesco e di Propaganda Fide, “per il duro lavoro e la dedizione al servizio nella nostra comune missione di evangelizzazione, per la vostra generosità nel lavoro pastorale e per la vostra encomiabile comunione con il Santo Padre”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione