Dona Adesso

partecipanti master a Loreto

Fare impresa e valori cristiani: “La bussola che orienta l’attività produttiva”

Tavola rotonda a Loreto con l’obiettivo di umanizzare le scelte aziendali e il processo produttivo

Giovedì 16 Giugno, presso il centro Giovanni Paolo II di Loreto, si è tenuta una tavola rotonda, promossa ed organizzata dai responsabili del Master “Fare Impresa e valori cristiani” e dalla sezione Ucid di Ancona. Il tema dell’incontro è stato: “Fare del bene comune – La bussola che orienta l’attività produttiva”.

L’ Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti (Ucid) , è un’ associazione di imprenditori che dal 1947 perseguono l’obiettivo di portare e testimoniare con coerenza all’interno delle proprie aziende il messaggio evangelico e la Dottrina Sociale della Chiesa.

Nella prima parte dell’iniziativa si sono svolti gli interventi degli ospiti che hanno riportato ai presenti le loro esperienze aziendali. La tavola rotonda era composta da: Stelvio Lorenzetti, presidente regionale Ucid Marche ed amministratore delegato della A.d. Eco Music Group Spa; Manlio d’Agostino, vice presidente nazionale Ucid; Pier Paolo Clementoni del gruppo industriale Clementoni; Vincenzo Linarello, presidente del gruppo cooperativo Goel e Rossi Giorgio, capo area commerciale della Banca del Credito Cooperativo di Filottrano.

Le loro testimonianze, differenti tra loro per i diversi ambiti e settori di mercato in cui le aziende sono presenti, avevano alcuni punti in comune. Gli imprenditori hanno fortemente ribadito come il bene comune non può essere separato dal messaggio cristiano. Questo si attua quando il dipendente, collocato al centro dell’azienda e del sistema produttivo, viene anteposto alla massimizzazione del profitto aziendale ed agli interessi del mero profitto.

Un altro concetto su cui tutti si sono trovati d’accordo è stato il significato assegnato al profitto che deve essere visto più come uno strumento a favore dei dipendenti e dell’azienda stessa, piuttosto che come il fine ultimo dell’impresa.

Gli ospiti della tavola rotonda, sottolineando come non sia sempre facile portare avanti questo modello all’interno delle loro aziende, hanno indicato che un aspetto importante è la condivisione e la trasmissione quotidiana della propria etica e del proprio credo a tutti i collaboratori e dipendenti delle loro aziende per creare un gruppo compatto ed un impresa solida interiormente.

Nella seconda parte dell’incontro si è dato spazio alle presentazioni dei partecipanti del master “Fare Impresa e Valori Cristiani”, svoltosi a Loreto nella settimana tra Febbraio e Marzo.

Nel periodo intercorso prima dell’incontro gli iscritti al master, suddividendosi in gruppi, hanno sviluppato un business plan di un’ azienda marchigiana a scelta tra quelle proposte, applicando il modello sopraindicato.

Le opzioni possibili su cui indicare una preferenza, erano tre: un’ azienda siciliana produttrice di arance con sede ad Ancona, un ristorante di cucina greca a Castelfidardo ed un impresa che lavora con i Big Data.

 

About Francesco Berrettoni

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione