Dona Adesso

Passeggiata / Pixabay CC0 - Unsplash, Public Domain

Esame di coscienza

Ecco il motivo della gioia più grande: il figlio ritornato a vivere

Osservavo un bambino che camminava con la manina nella mano del  papà. Inciampava ed era sorretto, cadeva e si lasciava rialzare ancor prima di toccare per terra. Finalmente si è assestato in braccio.

La perfezione mi ha fatto presuntuoso, la colpa mi ha reso umile. Queste espressioni di S. Ambrogio fanno giustizia alla verità del “felix culpa”; dalla riconosciuta miseria, sei innalzato alla grandezza di chi ti ha preso sulle spalle: ha guardato alla bassezza della serva…dall’immondezza rialza il povero.

Un nuovo esame di coscienza: puoi esaminare le tue cadute guardandole dall’alto, dalle spalle di papà, valutandole con gli occhi della misericordia. Passare dal proprio punto di vista che vede e ti rinfaccia solo negativo, all’esaminare la propria vita con lo sguardo della misericordia che vede e trasmette solo la gioia del perdono.

“Se la pone gioioso sulle spalle e, portandosela a casa, dice agli amici: facciamo festa…ha vinto la misericordia; ecco il trofeo: la pecora ritrovata. Ecco il motivo della gioia più grande: il figlio ritornato a vivere.”

La forza di rialzarti non è chiesta a te, la tua perseveranza nella vita non è addebitabile al tuo impegno di perfezione; ma alla fiducia con cui ti lasci prendere. Già lo sai che, grazie alle tue colpe, hai potuto sperimentare la fortuna del “nulla posso senza di Lui”.  

Assestandoti riconoscente tra le Sue braccia, puoi sperimentare ed esclamare: “tutto posso in colui che mi dà forza”.

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione