Dona Adesso

Entusiasmo delle associazioni per la prolusione del Cardinal Bagnasco

ROMA, lunedì, 25 gennaio 2010 (ZENIT.org).- La prolusione del Cardinale Angelo Bagnasco, tenuta questo lunedì in occasione dell’apertura dei lavori del Consiglio Episcopale Permanente, ha suscitato reazioni di entusiasmo tra i movimenti cattolici.

Il presidente nazionale del Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), Salvatore Martinez, ha dichiarato che “il cardinale Bagnasco invoca sul Paese la necessità di una ‘politica di Pentecoste’, cioè la riconciliazione delle spinte contrapposte e mortifere che stanno lacerando il Paese e il ridestarsi di una coscienza sociale sopita e mancante di idealismo”.

“Il presidente della CEI – ha continuato Martinez – si appella agli italiani in nome del comune destino umano, con una cifra laica e spirituale insieme che da sempre contraddistingue la nostra tradizione democratica”.

Secondo il presidente del RnS, “solo un nuovo sussulto di responsabilità personale, improntata alla ‘cultura della Pentecoste’, potrà finalmente rendere manifeste virtù e carismi di cui l’Italia ancora ampiamente dispone; nuove forze di rinnovamento capaci di ridare ordine e decoro sociale al futuro del Paese”.

Si tratta di “un appello che, per noi, si traduce in un maggiore impegno educativo, per continuare a sostenere quella nuova generazione evangelicamente formata nella difesa della vita, della famiglia, degli ideali sociali cristiani, uomini e donne che vediamo gioiosamente avanzare nei nostri Gruppi e Comunità”.

Per Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari, l’intervento del Cardinal Bagnasco contiene una ricca messe di spunti di riflessione che toccano temi particolarmente cari alle famiglie italiane, perché, come afferma lo stesso Cardinale, “la vicenda sociale è oggi, a giudizio della Chiesa, radicalmente antropologica”.

“Ma quello per il quale sentiamo di dover ringraziare in modo tutto particolare il presidente della CEI”, ha aggiunto Belletti, è l’invito a “ricentrare la politica, anche quella fiscale, sul perno delle famiglie, in particolare quelle con figli, perché da elemento di risulta, che attenua i contraccolpi negativi, diventino soggetto propulsivo di sviluppo”.

“Quello che avvertiamo ancora più urgente – ha spiegato il presidente del Forum – è l’apparente incapacità della società di ragionare della famiglia per ciò che realisticamente essa è, ossia la più grande risorsa sociale e culturale del nostro Paese. Non applicarsi ad essa, non darle forza e vigore, non riconoscerle la soggettività di cui è capace è come pretendere di volare continuando tuttavia ad appesantirsi le ali. Bisogna invertire questa tendenza e farlo con la nostra tenacia migliore”.

“Famiglia non ‘problema’ ma ‘risorsa’ per l’intera ‘cosa pubblica’. Sembrerebbe dover essere scontato, eppure è diventata una vera e propria rivoluzione epocale”, ha concluso Belletti.

Il professor Lucio Romano, copresidente dell’Associazione Scienza & Vita, si è rivolto al presidente della CEI con gratitudine “per aver dato pubblico riconoscimento al nostro impegno in questo percorso, per averci ulteriormente incoraggiati ed per averci inserito a pieno titolo in quei gruppi che, grazie alla loro creatività culturale, possono dare preziosi contributi per orientare il movimento della cultura in una direzione più aperta alle piene dimensioni dell’intelligenza e della libertà dell’uomo”.

“In questi anni – ha sostenuto il prof. Romano – abbiamo perseguito con costanza e responsabilità il nostro ruolo di animatori del dibattito pubblico, portando sempre in primo piano i valori fondanti della nostra antropologia: la vita umana comunque si presenti e ovunque palpiti, la solidarietà verso gli altri, in particolare i più deboli”.

“La prolusione svolta dal Cardinale presidente – ha concluso il copresidente di Scienza & Vita – evidenzia le criticità del nostro tempo, anche e soprattutto per quei temi che ci interpellano più da vicino, spronandoci a vigilare e ad intervenire sul piano culturale per evitare derive e banalizzazioni di ogni specie”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione