Dona Adesso
Alessandro De Rosa - Centro Giovanni Paolo I

Alessandro De Rosa - Centro Giovanni Paolo I

Ennio Morricone e il giovane De Rosa insigniti del “Premio Giovanni Paolo I”

Il premio è stato consegnato a De Rosa, autore del libro “Inseguendo quel suono”, sabato scorso presso il Centro Papa Luciani di Santa Giustina (BL)

Si è tenuta sabato 30 luglio al Centro Papa Luciani di Santa Giustina (Belluno) la cerimonia del premio “Giovanni Paolo I”: il riconoscimento per la sezione musica è stato consegnato quest’anno ai compositori Ennio Morricone (Oscar 2016 alla miglior colonna sonora originale per The Hateful Eight di Quentin Tarantino) e Alessandro De Rosa. Nel corso della serata, coordinata da Michelangelo De Donà dell’Università degli Studi di Pavia, è stato anche presentato il libro “Inseguendo quel suono. La mia musica, la mia vita” (ed. Mondadori).

Il maestro Morricone, impossibilitato a presenziare, ha fatto pervenire un messaggio audio: “La prima cosa che viene in mente ricevendo questo premio è il dispiacere che tutti abbiamo avuto per la morte di Giovanni Paolo I, un papato cosi semplice, così breve, quasi sfuggendo da qualsiasi giudizio se non la sua bontà e la sua fede che ha dimostrato nel poco tempo che abbiamo avuto per apprezzarle. Per questo riconoscimento alla mia professione ringrazio il Centro di spiritualità e cultura Papa Luciani, il Comune di Santa Giustina e il dott. Michelangelo De Donà e tutte le altre realtà istituzionali coinvolte. Io credo facendo una professione così concentrata, essendo io concentrato in questa scrittura di musica sia assoluta e sia di cinema mai penso a ricevere delle onorificenze ma questa mi fa particolarmente piacere perché legata a papa Giovanni Paolo I e perché al terzo suo successore, papa Francesco, ho dedicato una messa per me importante. Ecco questo volevo dire per ringraziarvi di tutto, di questo onore che mi avete fatto, grazie a tutti”.

E’ seguito l’applauso del pubblico mentre la consegna delle targhe e delle pergamene è stata effettuata dal direttore del Centro don Francesco de Luca e dal vicesindaco Angela Bortolin. Alessandro De Rosa, compositore diplomatosi in Olanda al Conservatorio Reale dell’Aja, ha presentato come è nata l’idea di questo libro e come è avvenuto l’incontro con il maestro Morricone. “Il progetto è nato nel 2012 quando andai a casa sua mi diedi uno scritto sulla musica e vidi concetti che potevano essere ulteriormente esplorati. Da allora iniziarono le nostre conversazioni che si concretizzarono in uno scritto corposo e l’8 maggio 2015 mi recai da lui per avere l’approvazione. Ecco quindi il frutto di questo dialogo sulla sua vita, sulle sue opere e sul suo pensiero si concretizzò” racconta De Rosa che aggiunge: “In realtà ebbi l’occasione di conoscere Morricone già nel maggio 2005 quando gli chiesi di diventare mio maestro di composizione e lui mi indicò qualche nome perché lui non ne aveva il tempo”.

E il maestro Morricone così scrive: “Si tratta senza ombra di dubbio del miglior libro che mi riguarda, il più autentico, il più dettagliato e curato. Il più vero”. Negli anni passati il premio di questa sezione era stato assegnato, tra gli altri, a Frate Alessandro e Fabio Armiliato (tenori), Katia Ricciarelli, Rossella Ruini e Dragana Moles (soprani), a Stefano Mainetti (compositore), Daniele Guido Moles (direttore d’orchestra). Dopo l’incontro al Centro Papa Luciani la cena con l’autore presso la locanda baita “A l’Arte” di San Gregorio nelle Alpi.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione