Dona Adesso
Egyptian soldiers stand guard on the Egyptian side of Rafah border crossing between Gaza Strip and Egypt

EPA - A/MOHAMMED SABER

Egitto. Violenze settarie contro i copti

Assaltate e incendiate quattro case a Kom

Quattro case appartenenti a famiglie cristiane copte sono state assaltate da circa 300 fanatici islamisti nel villaggio di Kom el Loofy, non lontano dalla città di Samalut, nell’Alto Egitto. L’assalto – spiega Fides – è scattato dopo che si era sparsa la voce di un progetto di costruzione di una chiesa nella zona, e nonostante la smentita da parte del proprietario dei terreni su cui il luogo di culto sarebbe dovuto sorgere, comunicata anche alle forze di polizia. Alle violenze settarie, avvenute a inizio settimana, è seguito un tentativo di conciliazione ispirato dalle autorità locali.

La diocesi copta ortodossa di Samalut ha però contestato in questo caso la prassi degli “incontri di riconciliazione” di fatto imposti dalle forze di sicurezza, sottolineando la necessità di perseguire i comportamenti criminali a norma di legge, facendo inoltre notare che spesso le vittime di violenze settarie permangono nella loro condizione di parte offesa senza ricevere alcuna giustizia.

Intanto – riferiscono fonti egiziane consultate sempre da Fides – i rappresentanti locali dell’Egyptian Family House (Casa della Famiglia egiziana. organismo di collegamento interreligioso sorto da alcuni anni come strumento per prevenire e mitigare le contrapposizioni settarie) hanno iniziato una raccolta di fondi per finanziare la riparazione delle case assaltate dai fanatici.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione