Dona Adesso

Don Orione: al via il convegno internazionale sulle opere della carità

Oltre 120 delegati della congregazione da tutto il mondo. Chiude i lavori don Francesco Soddu, direttore di Caritas italiana

Si sta svolgendo in questi giorni presso il centro Don Orione di Montebello della Battaglia (PV) il Convegno Orionino Internazionale delle Opere di Carità. Sono oltre 120 i delegati arrivati da tutto il mondo orionino (34 nazioni).

In tale contesto sono tre i settori d’impegno per la Congregazione religiosa fondata da San Luigi Orione quello socio-promozionale con 19 case di accoglienza, 3 case famiglia, 2 centri di ascolto, 17 mense e 18 strutture di vario genere che impegnano oltre 600 volontari e assistono 8mila persone; quella socio-sanitario  con 39 Piccoli Cottolenghi, 30 case di riposo, 19 centri medico sanitari e 15 centri di diverso genere impegnati in tale attività che coinvolgono 3000 volontari ed assistono 12mila persone; quello scolastico formativo con 123 centri educativi che coinvolgono 317 volontari e accolgono 50mila studenti.

Alla presenza del Superiore generale Don Flavio Peloso, Don Eldo Musso, consigliere generale con delega alla Pastorale Assistenziale ha aperto i lavori dell’assemblea che ne ha evidenziato lo spirito e le finalità e concentrando l’attenzione sulla necessità di riscoprire l’attualità e la bellezza del carisma e condividere una visione comune dello spirito orionino al passo coi tempi e le nuove povertà.

La riflessione si è inoltre concentrata sulla comunione tra laici e religiosi, ai quali è richiesto di attualizzare costantemente la sfida della carità in modo di continuare sulle tracce del Fondatore a “vedere e servire nell’uomo il Figlio dell’uomo”.

I principali appuntamenti sono poi stati la relazione del Padre Generale Don Flavio Peloso sul tema L’attualità sociale ed ecclesiale stimola la profezia del carisma orionino, e l’intervento del Prof. Roberto Franchini, Responsabile Area Strategica Don Orione Italia, sulla responsabilità apostolica delle Opere orionine.

Ultimo intervento sarà quello di Mons. Francesco Soddu, Direttore della Caritas Italiana, che tratterà il tema della carità come fonte e forma della Chiesa, illustrando le esperienze della Caritas in risposta alle nuove povertà.

“Il dialogo con l’attualità sociale ed ecclesiale – dichiara don Flavio Peloso, padre generale dell’Opera don Orione – è per noi orionini costitutivo e “costituzionale” del nostro carisma e della nostra tradizione di congregazione. La Piccola Opera della Divina Provvidenza, ha la sua vitalità nella linfa interiore, nel carisma e nello spirito che l’anima, ma anche nel contesto ambientale e nel clima storico in cui la pianta cresce, si sviluppa, porta frutti. Linfa e ambiente sono entrambi dono della Provvidenza”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione