Dona Adesso

Damasco (upyernoz - Wikimedia Commons)

Damasco: colpi di mortaio contro Chiesa francescana

La Cupola di San Paolo danneggiata da un’aggressione dello Stato Islamico

È di nuovo paura tra i cristiani della Siria. Risale a ieri pomeriggio l’esplosione di un colpo di mortaio a Bab Tuma, nel centro di Damasco, che ha seriamente danneggiato la cupola della locale chiesa francescana di San Paolo.

La notizia è stata riferita al sito www.terrasanta.org da fra Bahjat Karakach, guardiano del convento di San Paolo apostolo, che ha puntualizzato l’assenza di vittime o feriti nell’aggressione.

Ancora sotto il controllo governativo, Bab Tuma non è però immune da lanci di mortaio e tiri di artiglieria da parte dei miliziani dello Stato Islamico.

La chiesa di San Paolo è la principale chiesa di rito latino in Damasco, simbolo di una presenza francescana in Siria che dura dal 1239, e che ha conosciuto a più riprese il martirio, in particolare nel 1860, per mano degli ottomani, che uccisero otto frati, poi beatificati nel 1860.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione