Dona Adesso

Dalle aule d’università agli onori degli altari

La vita del beato Contardo Ferrini, patrono dei giuristi e degli atenei cattolici, raccontata nel film-documentario Con il vento nel petto di Alberto Di Giglio

“I santi sono gli eroi, che hanno il piede in terra e l’animo in cielo: Contardo Ferrini fu uno di questi, fin dalla sua giovinezza”. Così Pio XII definì nel 1947 il professore universitario da lui proclamato beato. Eccelso studioso di diritto romano, uomo mite e caritatevole, testimone di un autentico umanesimo cristiano in un’epoca, la seconda metà dell’Ottocento, nella quale i docenti universitari erano sovente anticlericali.

Questo è il ritratto di Contardo Ferrini, accademico e giurista lombardo, patrono dei giuristi e delle università cattoliche, tracciato dal film-documentario Con il vento nel petto, presentato a Roma nei giorni scorsi, diretto e prodotto dal regista Alberto Di Giglio, che ha scritto i testi insieme a Marco Invernizzi, storico e autore di un libro su Ferrini, da un’idea dell’Associazione Piccola Porziuncola di Verbania, in collaborazione con l’Ordine Francescano Secolare di Verbania.

Con il vento nel petto, 93 minuti di immagini – accompagnate dalle voci narranti dell’attore Massimo Dapporto, del giornalista Rosario Tronnolone, conduttore e autore dei programmi culturali di Radio Vaticana, attore, drammaturgo e regista, e dello speaker e voce storica della Rai Piero Bernacchi – che per la prima volta ripercorrono la parabola umana, professionale e spirituale di Contardo Ferrini, terziario francescano e scienziato contraddistinto da una sentita religiosità cristiana.

Il percorso esistenziale di Ferrini, nato a Milano nel 1859 e scomparso prematuramente nel 1902 a Santa Lucia di Suna Verbania sul Lago Maggiore, viene affrontato meticolosamente da Di Giglio in un film-documentario che vede l’alternarsi di immagini suggestive dei luoghi della vita del beato (da Milano a Suna, passando per Berlino, Pavia, Messina e Modena), di illustrazioni dell’artista romano Spartaco Ripa che ricostruiscono i momenti più significativi dell’infanzia, della formazione e dell’impegno politico del professore, di interviste ad esperti del mondo accademico e cattolico, e di parti recitate dagli attori Stefano Grillo, Bruno Furini e Sebastiano Russo.

La vita di Contardo Ferrini è stata caratterizzata dall’amore per la bellezza del creato e dalla verità in Cristo. L’Università Cattolica del Sacro Cuore di padre Agostino Gemelli considerò Ferrini un precursore e un maestro cui ispirarsi. Dal 1942 il suo cuore è custodito in un reliquiario nella chiesa di Santa Lucia di Suna, mentre il corpo riposa nella cripta dell’Università Cattolica a Milano.

La colonna sonora di Con il vento nel petto è affidata all’estro artistico di Beppe Frattaroli. La fotografia e il montaggio sono di Daniele Massa.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione