Dona Adesso

Dall’amore per il canto il coraggio per vincere la malattia

Il tenore Marco Voleri, affetto da sclerosi multipla, partirà il prossimo 16 aprile nel tour di concerti di musica sacra “Sintomi di felicità”

È l’amore per il canto, tale da andare oltre la malattia, il sentimento che porta il tenore professionista Marco Voleri a realizzare il suo nuovo tour “Sintomi di felicità 2016,” che debutterà il prossimo 16 aprile, alle 21, nella Basilica di San Lorenzo a Milano, e che verrà presentato in una conferenza stampa che si svolgerà il prossimo 29 marzo alle 11 a Milano, nella Pinacoteca Ambrosiana.

Il progetto ha come obiettivo l’ideazione, l’organizzazione e l’esecuzione di concerti di musica sacra; i brani musicali verranno alternati dalla lettura di estratti del libro “Sintomi di felicità”, edito da Sperling & Kupfer, che Marco ha pubblicato nel 2013. Nel volume, l’artista ha voluto ripercorrere la sua storia, raccontando della sua malattia – la sclerosi multipla – e del coraggio di andare oltre, di vivere la vita pienamente, con grande volontà e forza d’animo, continuando a cantare da professionista nei più importanti teatri d’opera del mondo.

Tanti i volti noti che accompagneranno Marco in questa avventura: musicisti come Mariella Devia, Fabio Armiliato, Daniela Dessì, Jessica Pratt, Roberto Prosseda, Serena Gamberoni, Gabriele Baldocci, e personaggi della televisione e del cinema come Amanda Sandrelli, Michele Mirabella, Beatrice Fazi, Daniele Rubboli, Rocco Giusti.

La prima data è in programma il 16 aprile a Milano; il tour arriverà poi a Bergamo, Pavia, Como, Cremona, Brescia e si concluderà il prossimo 26 maggio a Mantova, nella chiesa di San Francesco. In ogni serata sarà presente la sezione territoriale Aism che potrà così ricevere donazioni per i centri sclerosi multipla del Comune e informare il pubblico sui preziosi servizi che l’associazione stessa organizza per i malati di sclerosi multipla sul territorio.

Marco Voleri, diplomato al conservatorio “G. Verdi” di Milano, ha frequentato l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e preso parte all’ Accademia Lirica del Rotary International. Si è perfezionato presso l’ Accademia del Belcanto di Modena sotto la guida di Mirella Freni. Nel 2011 ha conseguito la Laurea Specialistica in Canto Lirico presso il Conservatorio “G. Puccini” di La Spezia. Ha lavorato con registi del calibro di Franco Zeffirelli, Beppe De Tomasi, Pierluigi Pizzi, Antonello Madau Diaz, Renato Bruson, Renzo Giacchieri, Walter Pagliaro, Nall, Gino Zampieri e direttori come Bruno Bartoletti, Gianluigi Gelmetti, Miguel Gomez-Martinez.

È stato interprete di più di 40 ruoli operistici in Italia e all’estero ed esecutore di più di 100 programmi concertistici in Italia, Europa, Sudamerica, Sudafrica ed Oriente in 5 lingue, con repertori sacri, operistici, liederistici, operettistici, da camera e contemporanei. Nel 2008 ha debuttato al Teatro la Fenice di Venezia di con “Death in Venice” di B. Britten (regia di Pierluigi Pizzi e direzione di Bruno Bartoletti).

Nello stesso anno ha debuttato come solista al Teatro alla Scala di Milano interpretando Don Curzio ne “Le Nozze di Figaro” di W. A. Mozart (regia di Giorgio Strehler). Nel 2011 ha cantato “La Traviata” di G. Verdi al Seul Centre Arts accanto al soprano Mariella Devia. Nel 2012 ha tenuto concerti di gala in Lussemburgo e Germania ed ha cantato ne La Bohème al Teatro Alla Scala di Milano per la regia di Franco Zeffirelli.

Nel 2013 ha cantato “Rigoletto” di G. Verdi allo Xinghai Concert Hall di Canton (Cina). Nel 2014 è stato l’ Imperatore in “Turandot” al 60° Festival Pucciniano. Il 21 Giugno 2015 Marco Voleri è stato scelto come tenore solista per cantare L’ Ave Maria di Vavilov davanti a Papa Francesco nella Basilica di Maria Ausiliatrice a Torino.

L’iniziativa è sponsorizzata dalla Fondazione Cariplo, e ha il patrocinio di AISM, L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, ed importanti partnership come la Fondazione Casa dello Spirito e delle Arti, il Soroptimist, il Libro Parlato Lions, l’Associazione Donatori di Musica, la collaborazione dell’ Accademia del Teatro alla Scala; media partner: Avvenire e Oknetwork.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione