Dona Adesso

Dal 18 al 21 maggio la 68° Assemblea Generale della Cei

Tra i temi in discussione: la verifica della ricezione della Evangelii Gaudium, la preparazione al Convegno Nazionale di Firenze e al Giubileo della Misericordia

Con il discorso del Santo Padre, si apre lunedì 18 maggio, alle 16.30, la 68ª Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana (in diretta su Tv2000 e su www.chiesacattolica.it). I lavori, che termineranno giovedì 21, si svolgono in Vaticano nell’Aula del Sinodo.

Martedì 19, dopo l’intervento del Cardinale Angelo Bagnasco (che verrà inviato ai giornalisti accreditati), i Vescovi inizieranno a confrontarsi sul tema principale di quest’Assemblea: la verifica della recezione dell’Esortazione apostolica Evangelii gaudium.

Tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, il cammino di preparazione e il programma del 5° Convegno ecclesiale nazionale (Firenze, 9-13 novembre 2015), la presentazione di una griglia di lavoro sul tema centrale della scorsa Assemblea Generale (La vita e la formazione permanente dei presbiteri), l’appuntamento con il Giubileo straordinario della misericordia (8 dicembre 2015 – 20 novembre 2016) e una serie di adempimenti di carattere giuridico-amministrativo, legati tra l’altro all’approvazione del bilancio della CEI e alla ripartizione dei fondi dell’8xmille.

L’Assemblea è chiamata anche a eleggere un vicepresidente per l’Italia Settentrionale, i Presidenti delle Commissioni Episcopali, i rappresentanti della CEI alla XVI Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi (4-25 ottobre 2015) e i membri del Consiglio per gli affari economici.

Mercoledì 20 maggio, alle 8.30, nella Basilica di San Pietro, avrà luogo la Concelebrazione Eucaristica presieduta dal Card. Marc Ouellet, Prefetto della Congregazione per i Vescovi.

Giovedì 21 maggio, alle 13, nell’atrio dell’Aula Paolo VI, si svolgerà la conferenza stampa finale con il Cardinale Bagnasco.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione