Dona Adesso

Foto: Marcelo Montecino (Flickr - Wikimedia Commons)

Cuba: la morte di Fidel Castro

Lunedì e martedì, la popolazione renderà omaggio al comandante scomparso e firmerà il “solenne giuramento di compiere il concetto di Rivoluzione”

Il presidente cubano Raúl Castro, in un messaggio divulgato dai media di stato, ha riferito della morte del fratello Fidel, avvenuta ieri all’età di 90 anni.

“Con profondo dolore appaio per informare il popolo (…) che oggi, 25 novembre 2016, alle 10.29 di sera, è deceduto il comandante in capo della Rivoluzione Cubana, Fidel Castro Ruiz”, ha affermato il fratello, vestito in uniforme verde oliva.

Fidel Castro è stato al potere per quasi cinquant’anni: dapprima come primo ministro (1959-1976), poi come presidente (1976-2008). È stato anche comandante in capo delle Forze Armate (1956-2008).

La Commissione Organizzativa del Comitato Centrale del Partito, lo Stato e il Governo per le onoranze funebri hanno informato in un comunicato ufficiale che il 28 e 29 novembre, presso il Memorial José Marti, la popolazione “potrà rendere l’ultimo omaggio al suo leader”.

L’informativa aggiunge che lunedì 28 e martedì 29 in diverse località dell’isola caraibica, si potrà “rendere omaggio e firmare il solenne giuramento di compiere il concetto di Rivoluzione”, come “espressione della volontà di dare continuità alle sue idee e al nostro socialismo”.

Seguirà un raduno di massa in Plaza de la Revolución “José Marti” della capitale e il giorno seguente “inizierà la traslazione delle ceneri lungo l’itinerario che commemora la Carovana della Libertà del gennaio 1959, fino alla provincia di Santiago de Cuba, concludendosi il 3 dicembre”.

Altra commemorazione avrà luogo nella Plaza Antonio Maceo, mentre la cerimonia di inumazione si terrà il 4 dicembre al cimitero di Santa Ifigenia.

Nel gennaio 1998, Fidel Castro ricevette papa Giovanni Paolo II a L’Avana: in quell’occasione il pontefice polacco esortò: “Cuba si apra al mondo e il mondo si apra a Cuba”.

Dal 26 al 28 marzo 2012, Benedetto XVI visitò l’isola caraibica, meta del suo secondo viaggio pontificio in America Latina.

Anche papa Francesco, infine, si recò a Cuba dal 19 al 21 settembre 2015, poco prima del viaggio che lo portò negli Stati Uniti, dove prese parte all’Incontro Mondiale delle Famiglie a Philadelphia.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione