Dona Adesso

Fidel Castro - Foto: Vanrad (Wikimedia Commons - CC BY-SA 3.0)

Cuba dice addio a Fidel Castro. Le ceneri sepolte a Santiago de Cuba

Dopo un viaggio di oltre 900 km, l’urna in legno del ‘lider maximo’ è giunta nella città “culla della rivoluzione”, accolta trionfalmente alla presenza di numerosi capi di Stato

Cuba ha dato il suo ultimo saluto a Fidel Castro. Centinaia di migliaia di persone si sono riunite a Santiago de Cuba, la città da dove il ’lider maximo’ diede inizio alla rivoluzione, per assistere all’ultimo atto del pellegrinaggio delle ceneri lungo oltre 900 km da L’Avana. Un viaggio in più fasi, durante il quale l’urna in legno ha attraversato le città a bordo di una jeep militare, salutata da migliaia di persone scese appositamente in piazza che sventolavano bandiere e maxi poster con l’effigie di Fidel al passaggio del convoglio.

Con gli stessi omaggi è stato accolto il corteo funebre, che ha percorso trionfalmente 17 chilometri per le strade di Santiago. L’ultimo bagno di folla per il Comandante en Jefe è avvenuto nella Plaza Antonio Maceo, la Plaza de la Revolucion, dove scolaresche in uniforme cantavano ‘Yo soy Fidel’ o ‘Hasta la Victoria sempre Comandante’.

Presente il presidente Raul Castro, fratello dell’ex dittatore, che nel suo intervento, visibilmente commosso, ha detto: “Fidel ci ha insegnato che cosa era resistere senza rinunciare ai principi e alle conquiste del socialismo”. Poi ha ricordato anche il difficile periodo che l’isola caraibica ha attraversato negli anni ’90, con la grave crisi economica che ha investito il Paese a seguito del crollo dell’ex Unione Sovietica. “In quel momento e negli altri della sua vita, Fidel non ha mai perso la fede nella vittoria”, ha detto il presidente.

A dare il loro commiato sono giunte nell’isola diverse personalità, fra cui i presidenti del Venezuela, Nicolas Maduro, della Bolivia, Evo Morales, e del Nicaragua, Daniel Ortega, e del Congo, Denis Sasso Nguesso, oltre agli gli ex presidenti Luiz Inácio Lula da Silva e Dilma Rousseff del Brasile e all’ex calciatore Diego Maradona.

 

 

Le ceneri di Fidel Castro saranno sepolte nel cimitero di Sant’Ifigenia, uno dei luoghi storici della città dove riposa anche l’eroe dell’indipendenza cubana Jose Martì e altri 30 generali protagonisti della liberazione cubana dalla dittatura di Fulgencio Batista. Con il rito si chiudono in tutta l’isola i nove giorni di lutto nazionale; la popolazione potrà tornare ad ascoltare musica, ballare e servire alcolici, tutte iniziative vietate da quando Fidel è morto, lo scorso 25 novembre, a 90 anni.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione