Dona Adesso

Corea del Sud: digiuno e preghiera per la riconciliazione

Si celebra domani la Giornata per la pace e la riconciliazione. Nel 2015 anche il 70° anniversario della divisione della Corea

Digiuno e grande preghiera silenziosa per la pace: così la Chiesa coreana celebra domani la Giornata per la pace e la riconciliazione che, dal 1965, la comunità vive la domenica precedente al 25 giugno, giorno in cui si ricorda l’inizio della guerra di Corea. L’appuntamento – evidenzia Fides – avrà quest’anno un valore particolare in quanto il 2015 segna il 70° anniversario della divisione della Corea, mentre il 25 giugno ricorre anche il 65° anniversario della guerra.

L’arcidiocesi di Seul celebrerà quindi la Giornata con una Santa Messa e la preghiera, preceduta dal digiuno che si è tenuto ieri, allo scopo di ricordare i fratelli e le sorelle del Nord, e di promuovere solidarietà all’interno della Corea. Quanti partecipano al digiuno sono anche impegnati a donare il corrispettivo che avrebbero speso per i pasti al Comitato per la Riconciliazione del popolo coreano, che lo utilizzerà per aiuti umanitari al Nord. Inoltre dal 17 giugno al 25 giugno, nella settimana precedente il 70° anniversario della divisione della Corea, i fedeli vivono una speciale preghiera quotidiana.

Per la ricorrenza, l’arcidiocesi ha organizzato anche altri momenti e iniziative varie, mettendo una speciale attenzione alla preghiera. Ad esempio, il Movimento per il rosario, esteso a tutta la nazione, che intende unire la popolazione nella recita del rosario dal primo giugno alla fine del 2015, con la speciale intenzione per la pace e la riconciliazione della penisola coreana.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione