Dona Adesso

Visita di Papa Francesco a Loreto (25/03/2019) - Foto © Servizio Fotografico - Vatican Media

Conferenza Stampa di presentazione dell’Anno Giubilare Lauretano

Intervento di S.E. Mons. Fabio Dal Cin e di Mons. Antonio Coppola

Alle ore 11.30 di questa mattina, presso la Sala Stampa della Santa Sede, ha luogo la Conferenza Stampa di presentazione dell’Anno Giubilare Lauretano, che si celebrerà dall’8 dicembre 2019 al 10 dicembre 2020, in occasione del Centenario della Proclamazione della Madonna di Loreto Patrona degli Aeronauti, sul tema: Il Giubileo Lauretano. Chiamati a volare alto.

Intervengono S.E. Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione; S.E. Mons. Fabio Dal Cin, Prelato e Delegato Pontificio per il Santuario della Santa Casa di Loreto; e Mons. Antonio Coppola, Vicario Episcopale per l’Aeronautica Militare Italiana. Riportiamo di seguito gli interventi di S.E Mons. Fabio Dal Cin e di Mons. Antonio Coppola:

Intervento di S.E. Mons. Fabio Dal Cin

Saluto cordialmente tutti e vi ringrazio per l’accoglienza e la vostra presenza.

Il Giubileo Lauretano è un dono del quale è doveroso ringraziare innanzitutto Papa Francesco che lo ha benevolmente concesso, come ulteriore occasione di grazia dopo la sua venuta tra noi, a Loreto, il 25 marzo scorso. In quella circostanza il Santo Padre ha firmato in Santa Casa l’Esortazione Apostolica post-sinodale Christus Vivit sui giovani. Egli l’ha consegnata al Santuario di Loreto perché ne custodisca la memoria viva promuovendo una spiritualità vocazionale per l’Italia e a livello internazionale, in continuità con le indicazioni emerse dal Sinodo sui Giovani.

Il Giubileo Lauretano, inizierà domenica 8 dicembre, Solennità dell’Immacolata Concezione, con il rito dell’apertura della Porta Santa della Basilica della Santa Casa, presieduto da S. Em.za il Card. Pietro Parolin, Segretario di Stato, e terminerà il 10 dicembre del 2020.

Perché un Giubileo lauretano?

La Santa Casa, che secondo l’antica Tradizione è stata trasportata in volo dagli angeli, ha ispirato gli aviatori reduci della Prima Guerra Mondiale ad affidarsi alla B. Vergine di Loreto. A quel tempo infatti gli aerei venivano popolarmente chiamati “case volanti”. Così Papa Benedetto XV, il 24 marzo 1920, dichiarava la Beata Vergine Maria di Loreto “Patrona principale presso Dio di tutti gli aeronauti”. Il centenario della proclamazione è dunque l’occasione di questo Giubileo.

Tuttavia, l’evento giubilare non riguarda soltanto il mondo dell’aviazione (lavoratori e passeggeri), ma è rivolto a tutti i devoti della Madonna di Loreto, e a quanti giungeranno pellegrini alla Santa Casa da ogni parte del mondo per ricevere il dono dell’Indulgenza Plenaria.

Il Papa nella preghiera composta per il Giubileo (in cartella) invita a pregare così: “nel sollevarci in volo si elevi anche il nostro spirito”. Il volo degli aerei diventa dunque la metafora della nostra esistenza. Tutti siamo chiamati a volare alto, perché Dio offre a ciascuno la possibilità di una vita buona, cioè santa.

Nella lettera pastorale “Chiamati a volare Alto”, ho proposto alcuni spunti di riflessione perché questo volare non sia inteso come uno “svolazzare” o un “vagheggiare” imprese straordinarie, ma, accogliendo Cristo come il “Pilota” della nostra vita, sia un fare le cose ordinarie in modo straordinario, mettendoci fede e amore come ha fatto Maria. La lettera aiuta semplicemente a comprendere il senso del Giubileo, Giubileo che vuol essere per tutti una grande opportunità per ravvivare la nostra adesione a Cristo unico Salvatore, senza il quale è illusorio sognare una società più giusta, fraterna e solidale.

Sotto questo profilo, il Giubileo diventa un’occasione propizia per riscoprire la chiamata alla santità nel mondo contemporaneo, così come ci viene presentata da Papa Francesco nell’Esortazione Apostolica Gaudete et exsultate.

Il secondo testo presenta alcune Indicazioni Pastorali per vivere al meglio l’Anno Santo e per comprenderne i segni più importanti: il Pellegrinaggio, la Porta Santa, l’Indulgenza Plenaria, la Carità e la Preghiera mariana.

Durante l’Anno Santo Lauretano, l’unica chiesa giubilare nel mondo sarà il Santuario della Santa Casa di Loreto. Tuttavia, per valorizzare pastoralmente i luoghi di culto dell’aviazione civile e militare, la possibilità di ricevere il dono dell’Indulgenza Plenaria viene estesa anche alle cappelle aeroportuali civili e militari, previa richiesta inoltrata alla Delegazione Pontificia da parte dell’Ordinario del luogo (cfr: testo del Decreto della Penitenzieria Apostolica proclamato a Loreto il 1 novembre e inserito nella cartella). Al riguardo, sono già arrivate richieste da diversi Paesi (Brasile, Spagna, Polonia, Francia, Italia, Stati Uniti, ecc.)

La connotazione del Giubileo è evidentemente mariana: lo richiama il logo ufficiale creato per l’evento, nel quale si possono leggere le parole Regina et Ianua Coeli (Maria Regina e Porta del Cielo), prese dalle Litanie Lauretane diffuse in tutto il mondo dal Santuario della Santa Casa. Il logo esprime il significato del Giubileo: la Santa Casa sostenuta dagli angeli, la corona simbolo di regalità della Vergine e un aereo che punta verso l’alto, rappresentante l’umanità che è in viaggio verso quel desiderio di pienezza di vita presente nel cuore di ogni persona.

Mons. Marco Frisina, che ringrazio sentitamente, ha composto l’inno ufficiale del Giubileo. Gli sono molto grato anche perché sarà proprio lui a dirigere la corale che animerà la solenne celebrazione della Santa Messa per l’apertura del Giubileo.

La gioia del Giubileo non può non essere anche gioia condivisa, che si traduce in concreta solidarietà soprattutto verso i più bisognosi. Per questo il Santuario propone due iniziative di carità: una per così dire “in casa” e l’altra nella Terra Santa.

Quella locale, riguarda l’accoglienza dei giovani che passeranno a Loreto, sostando nel Centro Giovanile, che secondo le indicazioni di Papa Francesco promuoverà progetti educativi ispirati dalla Christus vivit.

La seconda iniziativa è destinata a Nazareth, dove c’è l’altra metà della Casa di Maria; si tratta di fornire nuove attrezzature specialistiche per la nuova neonatologia dell’ospedale Sacra Famiglia e aiutare la locale Associazione Miriam nella lotta contro i tumori.

Entrambi i progetti favoriscono la famiglia, i giovani e i malati, che sono le priorità dell’azione evangelizzatrice del Santuario. In questo senso mi permetto di sottolineare un’iniziativa, che sarà promossa in questo Anno Santo. Si tratta dell’Agorà della famiglia: una settimana di appuntamenti a carattere religioso, culturale e artistico per approfondire il tema della casa come luogo delle relazioni primordiali.

Nella preparazione e nella conduzione di questo Anno Giubilare si sta vivendo una bella esperienza di collaborazione in sinergia con diverse realtà e Istituzioni. Le principali sono qui rappresentate: innanzitutto l’Aeronautica Militare, con il Generale Alberto Rosso, Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, e Mons. Antonio Coppola, delegato dell’Ordinario militare in Italia, S.E. Mons. Santo Marcianò; l’Enac qui rappresentata dal suo presidente il dott. Nicola Zaccheo e dal Direttore Generale, il Dott. Alessio Quaranta; l’Avv. Fulvio Cavalleri, vicepresidente Vicario di Assaeroporti e il Dott. Fabio Lazzerini, Chief Business Officer di Alitalia. Ringrazio ciascuno per la fattiva ed entusiasta partecipazione.

Un fraterno grazie lo rivolgo a tutti i Cappellani aeroportuali per la loro operosa disponibilità.

Questo Giubileo sarà anche un “Giubileo itinerante”. Grazie alle summenzionate Istituzioni, la Delegazione Pontificia ha potuto promuovere il viaggio di tre statue della Madonna di Loreto, che partiranno il 9 dicembre dall’aeroporto di Falconara Ancona. Una immagine della Vergine toccherà gli aeroporti delle regioni d’Italia (da Torino a Bari, da Venezia a Palermo; 21 voli che trovate in cartella); un’altra visiterà i reparti militari e l’altra ancora peregrinerà nei principali aeroporti dei cinque continenti (da Buenos Aires a New York, da Toronto alle principali Capitali Europee, da Beirut a Manila e alle isole Fiji). Questa Peregrinatio, rappresenterà l’abbraccio della Madre al mondo intero. Per questa impresa vorrei ringraziare l’Aeronautica Militare, l’Enac, l’Assaeroporti, l’Alitalia e i gruppi di Aeroclub.

Segnalo, in questa sede, alcuni tra i più significativi eventi di questo anno giubilare, che troverete nel nutrito e non ancora completo, Calendario del Giubileo Lauretano:

· I venerdì del Giubileo a Loreto: momenti di riflessione a cura di Mons. Marco Frisina;
· 24 marzo, celebrazione a Loreto del centenario della proclamazione della Beata Vergine Maria di Loreto patrona dei viaggiatori di aereo;
· 25 marzo Giubileo degli studenti per ricordare la visita di Papa Francesco;
· Dal 3-10 maggio Agorà della Famiglia;
· 5-6 settembre Air Show con le Frecce Tricolori;
· 26 settembre la Lectio Magistralis di S. Em.za il Card. Gianfranco Ravasi sul tema “La casa spazio di relazioni e di rivelazione”.

Tra le iniziative culturali, segnalo le due mostre stabili allestite nelle Cantine del Bramante nel Palazzo Apostolico di Loreto.

La prima è dedicata ai cimeli che gli aviatori hanno donato alla Madonna di Loreto: come l’immagine della Madonna di Loreto che Umberto Nobile portò con sé nella prima trasvolata del Polo Nord nel 1926; la foto degli astronauti con la medaglia della Madonna di Loreto portata nello spazio con il programma Apollo, nel 1965.

La seconda mostra, presenta la storia della manifattura dei rosari, che fa di Loreto la culla dell’artigianato mondiale nella produzione delle corone.

A sostegno di tutte le iniziative e soprattutto perché il Giubileo Lauretano sia davvero un evento di grazia, di amicizia e di fraternità nel segno della fede, è stata inaugurata l’iniziativa Pietre vive. È una rete mondiale di preghiera a cui ogni persona potrà connettersi spiritualmente con la Santa Casa per accompagnare il cammino delle famiglie, dei giovani e degli ammalati.

Tutto questo lo si può trovare nel sito del Giubileo www.jubileaeumlauretanum.it o sul sito del Santuario www.santuarioloreto.it, con il calendario degli eventi aggiornato.

Il Rito di apertura della Porta Santa e la celebrazione con il Card. Pietro Parolin potrà essere seguita dalle ore su 15.30 su PADRE PIO TV e in streaming sul canale YOUTUBE del SANTUARIO “SANTA CASA LORETO”; e in radio, su RADIO MARIA.

*

Intervento Mons. Antonio Coppola

Il legame fra i Santi e le Forze Armate è qualcosa che appartiene, profondamente, alla nostra identità e che né il tempo, né i cambiamenti di scenario geopolitico hanno mai scalfito. Ed è così che, il rapporto fra il mondo militare e la sfera spirituale è strettissimo e onorato, quasi sempre con solenni celebrazioni.

Il legame tra l’Aeronautica Militare Italiana e la Madonna di Loreto affonda le sue radici agli inizi del XX secolo e trova il suo culmine istituzionale quando il Santo Padre Benedetto XV, accogliendo le suppliche degli aviatori di tutto il mondo, a seguito del Primo Conflitto Mondiale, con solenne decreto datato 24 marzo 1920, proclamava la Madonna di Loreto “Celeste Patrona degli Aeronauti”. L’Aeronautica Militare nascerà come Forza Armata solo tre anni dopo il 28 marzo 1923, affidandosi immediatamente alla protezione della Beata Vergine Lauretana.

Alla luce di quanto detto, il 2020 sarà per l’Aeronautica Militare un anno speciale, ricco di iniziative religiose, benefiche e culturali, sarà per tutti una preziosa occasione di riflettere e vivere la propria attività con passione, attenzione e professionalità, caratteristiche indispensabili per garantire al nostro Paese sicurezza e serenità.

Il calendario delle attività dell’Aeronautica è molto ricco (lo troverete nella cartella), ma ne elenco solo alcune di particolare rilievo: il giorno 10 dicembre 2019, l’Ordinario Militare per l’Italia, Mons. Santo Marcianò, presiederà una solenne Concelebrazione Eucaristica nella Basilica Papale di Santa Maria Maggiore in Roma al termine della quale, consegnando al Capo di Stato Maggiore l’effigie della B.V. di Loreto, darà inizio alla Peregrinatio Mariae in tutti gli Enti dell’Aeronautica Militare Italiana. Missione voluta dal Presule affinché questo Anno di Grazia sia vissuto in maniera capillare e nessuno fosse escluso e inizierà nella prima decade di gennaio 2020 in Sicilia e terminerà nel Lazio nella prima decade di dicembre del 2020.

In serata il Concerto, la presentazione del calendario 2020 e presentazione del Progetto Centenario Madonna di Loreto con il lancio dell’attività benefica correlata.

Il 24 marzo 2020 Pellegrinaggio a Loreto del personale AM e altri Reparti Militari che condividono l’attività di volo e la protezione della Vergine della Santa Casa.

Il 9 dicembre 2020 nell’ambito di attività musicale e culturale, saranno presentati i risultati dell’iniziativa benefica “un dono dal cielo”.

Tutto l’Anno Giubilare si concluderà con la celebrazione nella Basilica di San Pietro in Vaticano, il 10 dicembre 2020, con l’auspicio di avere tra noi il Santo Padre Francesco.

Quanto detto è solo inerente alle attività specifiche dell’Aeronautica Militare Italiana che, a sua volta, è inserita, insieme all’Ordinariato Militare, in un progetto più grande e universale che ha come centro il Santuario della Santa Casa di Loreto e la Delegazione Pontificia.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione