Dona Adesso

Concluso a Taiwan il X Congresso della Parola di Dio in lingua cinese

Presenti oltre 300 fedeli da tutto il mondo. Presentato il lavoro per diffondere la Parola di Dio attraverso i nuovi media e proclamato il 2015 “Anno Pastorale della Sacra Scrittura”

Oltre 300 persone da tutto il mondo hanno partecipato al X Congresso mondiale della Parola di Dio in lingua cinese svoltosi a Tai Pei, dal 22 al 26 gennaio scorsi. Organizzato dall’Associazione della Bibbia in lingua cinese, l’evento è stato dedicato quest’anno al tema: “Testimoniare la Parola di Dio, una Evangelizzazione nuova – Si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano (Mt 9,17)”.

Fedeli da Hong Kong, Macao, Cina continentale, Singapore, Malaysia, Brunei, Indonesia, Vietnam, Myanmar, ma anche Giappone, Filippine, Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra, Italia, Germania, Canada, hanno preso parte ai lavori, il cui spunto è stata l’Esortazione Apostolica di Papa Francesco Evangelii Gaudium.

Obiettivo del Convegno – riferiscono gli organizzatori all’agenzia Fides – è stato quello di “riflettere, condividere, ascoltare, celebrare, studiare e mettersi al servizio della Parola di Dio nella Chiesa, per la trasmissione della Parola di Dio nel mondo, perché la Parola di Dio sia sempre il nucleo della vita e della missione della Chiesa”. 

Durante le quattro giornate sono stati ricordati inoltre alcuni importanti anniversari: i 50 anni della chiusura del Concilio Vaticano II e della pubblicazione della Costituzione dogmatica conciliare Dei Verbum; i 40 anni della pubblicazione dell’Esortazione apostolica del Beato Papa Paolo VI Evangelii nuntiandi; i 15 anni della canonizzazione dei martiri cinesi; i 3 anni dalla beatificazione di fra Gabriele Allegra, che tradusse l’intera Bibbia in lingua cinese; i 25 anni di fondazione dell’Associazione della Bibbia in lingua cinese. 

Basandosi su questi eventi ecclesiali, i partecipanti al Congresso – spiega Fides – hanno dimostrato come la Parola di Dio abbia plasmato la bellezza dei molteplici aspetti della vita e della missione delle singole comunità. Infine, è stato presentato anche il lavoro pastorale e missionario impegnato a diffondere la Parola di Dio nel mondo contemporaneo attraverso i nuovi strumenti e le nuove tecnologie, ed è stato proclamato il 2015 come “Anno Pastorale della Sacra Scrittura”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione