Dona Adesso

Comunità Cattolica di Integrazione

CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 23 maggio 2006 (ZENIT.org).- Riportiamo la descrizione della Comunità Cattolica di Integrazione contenuta nel “Repertorio” delle “Associazioni Internazionali di Fedeli”, che è stato pubblicato dal Pontificio Consiglio per i Laici.

* * *

DENOMINAZIONE UFFICIALE: COMUNITÀ CATTOLICA DI INTEGRAZIONE

SIGLA: KIG (Katholische Integrierte Gemeinde)

FONDAZIONE: 1945

STORIA: La KIG nasce a Monaco di Baviera, in Germania, con il nome di “Junger Bund” negli anni che seguono la Seconda guerra mondiale e i tragici eventi ad essa collegati. Sotto la guida dei coniugi Herbert e Traudl Wallbrecher, un gruppo di giovani comincia a riflettere sul perché i cristiani non riescano a contrastare la nascita di ideologie e dittature seminatrici di morte né a contribuire alla soluzione delle ingiustizie sociali che assillano l’uomo; in altre parole, sul perché i battezzati non riescano a costituire un popolo che con la sua esistenza e con il suo stile di vita renda visibile il progetto che Dio ha per il mondo. La Comunità diviene così il luogo nel quale, sulla base della convinzione che Dio agisce in mezzo a noi oggi come ai tempi di Abramo, il cristianesimo viene vissuto come storia alla quale è sempre possibile prendere parte. Nel 1968 il gruppo si dà il nome di “Integrierte Gemeinde”, sostituito nel 1996 dall’attuale denominazione. Approvata nel 1978 dall’Arcivescovo di Paderborn, viene riconosciuta lo stesso anno dal Papa Joseph Ratzinger, allora Arcivescovo di Monaco e Frisinga.

IDENTITÀ: In un mondo nel quale Dio è avvertito come lontano e non si crede più alla sua presenza salvifica dentro la storia, la KIG punta a ripercorrere l’esperienza biblica dell’alleanza tra Dio e il suo popolo, per recuperare i contenuti stessi della fede cattolica. I suoi membri si prefiggono di rendere presente il Vangelo in tutte le dimensioni della vita in una forma tale che anche i lontani possano trovare o ritrovare accesso alla Chiesa. Dimensioni peculiari del processo formativo dei membri sono l’esperienza del messaggio cristiano vissuto in unità; la riflessione teologica sulla storia, sull’Antico e sul Nuovo Testamento, sulla storia della Chiesa; la proclamazione del messaggio evangelico nella società odierna. L’itinerario di formazione dura sei anni, di cui tre di catecumenato, durante i quali membri e associati partecipano attivamente alla vita della Comunità. Ambiti privilegiati dell’azione dell’associazione sono il mondo del lavoro, l’educazione, la politica, la sanità, l’arte, l’artigianato, l’impegno missionario. La KIG è soggetta all’autorità delle Chiese locali nelle cui parrocchie opera. Le singole Comunità sono erette a livello diocesano e nel loro insieme costituiscono la Confederazione delle Comunità Cattoliche d’Integrazione. Nel perseguimento dei propri obiettivi, la KIG si avvale della collaborazione della Comunità dei sacerdoti e delle Comunità di donne non sposate e di uomini non sposati che si pongono al suo servizio.

STRUTTURA: Alla KIG si può aderire come membri, collaboratori, aspiranti, amici. Ogni Comunità elegge un Consiglio direttivo che coordina ed è responsabile della vita e del raggiungimento degli scopi della medesima. La direzione spirituale di ciascuna Comunità è affidata a un sacerdote diocesano, membro della Comunità di sacerdoti al servizio delle Comunità Cattoliche di Integrazione, nominato d’accordo con il Vescovo.

DIFFUSIONE: La KIG conta circa 1.000 membri ed è presente in 7 Paesi così distribuiti: Africa (1), Asia (1), Europa (4), Nordamerica (1).

OPERE: Membri o gruppi di membri della KIG hanno dato vita sotto la loro responsabilità personale a scuole d’ispirazione cattolica, a una piccola clinica, ad attività infermieristiche. Nel 2003 la KIG ha inaugurato a Villa Cavalletti (Grottaferrata, Roma) l’Accademia per la Teologia del popolo di Dio.

PUBBLICAZIONI: Gemeinde heute, quindicinale; Heute in Kirche und Welt, rivista mensile on-line.

SITO INTERNET: www.kig-online.de

SEDE CENTRALE: Confederazione delle Comunità Cattoliche d’Integrazione
Via Domenico Silveri, 30 – 00165 Roma
Tel. [+39]06.6390774 Fax 06.39386505

Segretariato
Katholische Integrierte Gemeinde
An der Isarlust 2
D-83646 Bad Tölz (Germania)
Tel. [+49]8041.77900 – Fax 8041.71444

[© Copyright 2006 – Libreria Editrice Vaticana]

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione