Dona Adesso

Mani / Pixabay CC0 - Rhythm_In_Life; public Domain

Commissione europea: Norme contro il fenomeno del bullismo

Papa Francesco: Atteggiamenti ostili e prepotenti “una delle tracce del peccato originale”

La Commissione europea sta progettando norme per contrastare siti web e messaggi social che diffondono contenuti illegali e incitano all’odio. Propaganda terroristica e messaggi razzisti, xenofobi e discriminatori sono all’attenzione della Commissione. Secondo quanto riferito dall’Osservatore Romano, per diminuire il fenomeno del c.d. “hate speech” è necessaria una più stretta cooperazione tra le autorità di controllo e gli amministratori dei social network.

In varie occasioni, Papa Francesco ha preso una decisa posizione contro bullismo e avversione al prossimo. Solo pochi giorni fa, il Pontefice ha incentrato la sua meditazione della Messa a Casa Santa Marta sul fenomeno del bullying rimarcando come intolleranza e prevaricazione si manifestino, purtroppo, anche nei bambini.

Il Santo Padre ha definito gli atteggiamenti ostili e prepotenti “una delle tracce del peccato originale, perché questo — aggredire il debole — è stato l’ufficio di Satana dall’inizio” sottolineando che in Satana non c’è compassione.

Anche nell’incontro con i ragazzi cresimati e cresimandi allo stadio Meazza-San Siro il 25 marzo 2017 Papa Francesco ha usato parole forti per spiegare ai ragazzi il danno e i traumi causati dal bullismo o dalle loro prepotenze: “Nella vostra scuola, nel vostro quartiere, c’è qualcuno o qualcuna al quale o alla quale voi fate beffa, voi prendete in giro perché ha quel difetto, perché è grosso, perché è magro, per questo, per l’altro? Pensate. E a voi piace fargli passare vergogna e anche picchiarli per questo? Pensate. Questo si chiama bullying. Per favore, per il sacramento della Santa Cresima, fate la promessa al Signore di mai fare questo e mai permettere che si faccia nel vostro collegio, nella vostra scuola, nel vostro quartiere. Capito?”.

About Staff Reporter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam vitae libero quis nunc porta viverra. Suspendisse ultricies, metus vel condimentum viverra, augue nisi aliquam mi, cursus posuere velit lacus eu metus. Phasellus elementum eros viverra dignissim interdum. Praesent sed consectetur nulla. Suspendisse eget bibendum purus. Sed ut dui a tortor ullamcorper condimentum at nec nibh. Pellentesque suscipit vulputate faucibus.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione