Dona Adesso

Cina. Il Governo autorizza la ricostruzione di una chiesa

Si tratta dell’antica chiesa dedicata al Sacro Cuore di Gesù della città di Ning Bo, semidistrutta nell’estate scorsa a causa di un incendio

Tra tante croci divelte, finalmente una chiesa che verrà edificata. Succede in Cina, nella diocesi di Ning Bo (provincia di Zhe Jiang), dove l’Amministrazione statale dei Beni Culturali del Governo cinese ha approvato il Progetto di Restauro di un’antica chiesa originariamente dedicata alla Madonna Addolorata e poi al Sacro Cuore di Gesù.

Come riporta l’agenzia Fides, il 26 gennaio una squadra di esperti (architetti, archeologi e rappresentanti della Chiesa cattolica) aveva presentato il progetto di ricostruzione dell’edificio sacro caro alla comunità cattolica e all’intera città di Ning Bo, ampiamente danneggiato a causa di un incendio il 28 luglio 2014. Il Progetto prevede il ripristino della chiesa semidistrutta, il restauro del campanile e della cripta dove è sepolto mons. Paul Marie Reynased. MEP, Vicario Apostolico dal 1884 al 1926, ed il rifacimento dell’impianto elettrico. 

Costruita in stile gotico nel 1872, dedicata alla Madonna Addolorata, questa chiesa è stata la cattedrale del Vicariato apostolico di Zhe Jiang. Chiusa nel 1963 e riaperta il 24 dicembre 1980, dedicata al Sacro Cuore di Gesù, nel 2006 è stata riconosciuta dal Consiglio dello Stato come sito archeologico nazionale di massima importanza da proteggere, in quanto modello esemplare dell’armonia architettonica dello stile cinese ed occidentale.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione