Dona Adesso

Chiesaecologica. Come fare per sentire una preghiera in chiesa

Grosse difficoltà da parte dei fedeli a comprendere bene le parole della funzione religiosa per un riverbero eccessivo del suono nei luoghi religiosi

Nell’ambito del progetto di ricerca Chiesaecologica, sulla sostenibilità ambientale dei luoghi religiosi, una delle richieste che vengono maggiormente sollecitate è legata agli aspetti acustici. Infatti, spesso ci sono grosse difficoltà da parte dei fedeli a comprendere bene le parole della funzione religiosa per un riverbero eccessivo del suono nei luoghi religiosi. 

“Nelle chiese il suono che parte dall’altare può capitare che arrivi sovrapposto o che non si senta per niente. Ciò fa sì che il mondo ecclesiale sia uno dei settori più sensibili al fonoassorbimento. Il problema è scientifico – spiega Paolo Fantoni, patron di una delle aziende leader nel settore dell’acustica e del fonoassorbimento – Ciò, perché quando il suono permane nello spazio si entra in una soglia in cui l’orecchio è affaticato”.

Ma perché si affatica? La questione è legata, prosegue Fantoni, alla costruzione dello stabile. Di solito, infatti, il suono resta nell’aria per 0,8 secondi ma in un luogo come una chiesa può rimanere anche per 2 o 4 secondi e, non trovando zone dove viene assorbito, rimbalza da una parte all’altra. Quindi in fondo alla chiesa i suoni si sovrappongono e, dice Fantoni, “la percezione istantanea dell’orecchio è inabilitata”. La voce rimbalza sulle pareti e arriva confusa. Può servire alzare la voce o cambiare l’impianto di amplificazione? “No. Aumentando il volume, tutto peggiora”, prosegue Fantoni.

Chiesaecologica è il progetto di ricerca del Cesab (Centro di ricerche in scienze ambientali e biotecnologie), sostenuto dall’Ateneo pontificio Regina Apostolorum, dalla Facoltà di scienze della Comunicazione dell’Università Lumsa, dalla Pastorale universitaria del Vicariato di Roma, dalle società Tegma, Metaenergia e da Steadfast onlus. Il Cesab, nell’ambito del progetto Chiesaecologica, sta analizzando la realtà delle parrocchie romane anche sotto il punto di vista acustico facendo una ricerca applicata per l’individuazione di soluzioni.

*

Scrivi a Chiesaecologica

Sei un parroco e vuoi raccontare la tua esperienza di sostenibilità ambientale? Dillo a Chiesa e ambiente, lo spazio settimanale di Zenit realizzato con il Cesab (Centro di ricerche in scienze ambientali e biotecnologie). Quali buone pratiche sono state portate avanti nella tua parrocchia? Nel tuo oratorio? Vuoi aiutare i tuoi parrocchiani o i tuoi volontari a parlare del rispetto dell’ambiente? Scrivi a [email protected]

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione