Dona Adesso
Card. Angelo Scola

WIKIMEDIA COMMONS

Chiesa Milano: il cardinale Scola ordina domani 16 nuovi sacerdoti

I preti novelli raccontano su Twitter la loro storia e vocazione

Saranno 16 i nuovi sacerdoti della Diocesi di Milano che il cardinale Angelo Scola ordinerà domani, sabato 13 giugno, alle 9, in Duomo. Alla celebrazione parteciperanno oltre ai familiari dei futuri presbiteri, gli amici, i fedeli delle parrocchie di origine e di quelle in cui hanno fino ad ora collaborato.

Prima di dedicarsi agli esercizi spirituali per prepararsi all’ordinazione, i candidati hanno voluto presentarsi su twitter, esprimendo sensazioni e riflessioni in vista di un passo così decisivo per la propria vita. Giuseppe Cadonà, 28 anni, laureato in Lettere moderne, scrive: “Per me diventare prete è percepire lo sguardo del Signore che sempre mi accompagna e mi chiede di donare agli altri gli infiniti doni del suo amore. #perGesù”.

La vocazione è un viaggio per Gregorio Simonelli, 26 anni: “Per me diventare prete è mettersi in cammino per fare proprio il rischio dell’amore misericordioso del Signore, nella certezza che egli ha cura di noi. #coraggio”. È soprattutto la risposta ad una chiamata secondo Andrea Arrigoni, 25 anni: “Diventare prete per me è dire il ‘sì’ di una vita, per tutta la vita, a Chi per primo ha detto “sì” alla mia vita tante, tante, tante volte: non è qualcosa che viene solo da me, tuttavia è davvero per me e non si darà senza di me! #diresì”.

I preti novelli che saranno ordinati sabato hanno in media 30 anni e storie molto diverse tra loro. C’è chi ha iniziato gli studi teologici dopo le superiori, chi dopo l’Università, chi dopo un percorso di lavoro. “Sono entrato in Seminario subito dopo il diploma di ragioneria – racconta Andrea Bianchi -. Avrei voluto frequentare gli studi in ingegneria, ma, avendo incontrato un coadiutore che mi ha proposto di fare l’educatore, mi sono appassionato a questo compito». Presto, allora, è arrivato il momento di scegliere: «In quinta superiore avevo compreso che per me una vita piena poteva venire solo da lavorare per Dio con gli altri”.

Andrea Paganini ha scelto di entrare in seminario dopo essersi laureato in ingegneria ed avere iniziato la professione. Un precorso simile a quello compiuto dal fratello, Paolo, divenuto sacerdote dopo una laurea in medicina. “Quando anche Andrea ci ha comunicato la sua decisione di entrare nel nostro Seminario diocesano, è stata una sorpresa ancora più grande, per essere sinceri uno shock: ci pareva di ‘aver già dato’ e poi avevamo ‘altri piani0 per la nostra vita – raccontano i genitori Silvana e Fabrizio -. Abbiamo però subito accettato la sua decisione, chiedendo a Dio di capirne il significato e il valore e seguendo con attenzione e coinvolgimento il suo bel cammino vocazionale. Alla vigilia della sua ordinazione lo vediamo, come suo fratello, certo e felice per la scelta compiuta”.

Dopo l’ordinazione i 16 novelli sacerdoti continueranno a prestare servizio nelle comunità a cui sono stati destinati all’inizio dell’anno di diaconato per i prossimi cinque anni.

*

La celebrazione in Duomo sarà trasmessa in diretta a partire dalle 8.55 da Telenova 2 (canale 664 del digitale terrestre), Radio Mater e www.chiesadimilano.it. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione