Dona Adesso

© CCEE

Ccee. Card. Bozanić: “Sano realismo per affrontare fenomeno migratorio”

Il porporato croato ha aperto oggi l’Incontro dei direttori nazionali per la pastorale dei Migranti in corso a Madrid fino a domani

“In questi tempi non c’è spazio per nessuna ipocrisia e tutti sono chiamati a collaborare. In nessun caso ci si può ‘lavare le mani’ oggi in Europa: governi nazionali, autorità europee e la stessa società, così come le comunità religiose, tutti siamo in qualche modo coinvolti”.

Lo ha detto il cardinale Josip Bozanić, aprendo questa mattina i lavori dell’Incontro dei direttori nazionali per la pastorale dei Migranti in corso a Madrid, fino a domani 27 settembre. “Guardando alla crisi dei rifugiati che arrivano in Europa dobbiamo riconoscere che è necessaria avere molto realismo”, ha affermato il porporato.

“Prima di tutto – ha aggiunto – perché non tutti i Paesi europei possono assicurare lo stesso trattamento a coloro che arrivano. Sono grandi le disparità economiche tra Paesi della stessa Unione Europea. In secondo luogo perché non è possibile assicurare a nessuna società un futuro sulla base di pregiudizi o ideologie”.

Di fronte a questo scenario, per il cardinale croato, la Chiesa, sempre sensibile alla sofferenza umana, cerca di diffondere “la cultura dell’accoglienza e della solidarietà e testimonia nel mondo la comunione” attraverso “un’importante azione di collaborazione e coordinazione tra strutture statali e associazioni ecclesiali” e promuovendo una “cultura dell’incontro” dove dialogo e carità sono aspetti imprescindibili.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione