Dona Adesso

Causa di beatificazione in vista per il primo sacerdote nero degli USA

L’Arcidiocesi di Chicago apre il processo canonico per padre Augustine Tolton

CHICAGO, lunedì, 29 marzo 2010 (ZENIT.org).- Dopo essere nato in schiavitù e aver vissuto con difficoltà il suo ministero pastorale a causa del razzismo, padre Augustine (detto anche Augustus) Tolton potrebbe diventare un giorno il primo sacerdote statunitense di origine africana ad essere dichiarato santo.

Il Cardinale Francis George, Arcivescovo di Chicago, ha annunciato infatti agli inizi di marzo che è stata appena introdotta la sua causa di beatificazione e canonizzazione.

“Abbiamo bisogno delle sue preghiere e del suo aiuto, soprattutto per diventare una Chiesa più unita”, ha dichiarato il porporato al Catholic New World, la rivista dell’Arcidiocesi.

“Il suo esempio di dedizione sacerdotale, la sua cultura e la sua predicazione sono grandi esempi per i nostri seminaristi e sacerdoti, e devono ispirare i laici”.

Soffrendo con Gesù

Augustine Tolton (1854-1897) aveva 9 anni quando sua madre fuggì dalla condizione di schiavitù con lui e i suoi due fratelli. La famiglia si recò a Quincy, nell’Illinois, dove egli venne iscritto alla scuola cattolica di St. Peter’s. Lì iniziò a sentire che Dio lo chiamava a diventare sacerdote.

Fu tuttavia respinto da tutti i seminari degli Stati Uniti, venendo alla fine inviato a Roma per i suoi studi. Pensava di recarsi come missionario in Africa. Fu ordinato sacerdote a San Giovanni in Laterano nel 1886, ma il giorno prima dell’ordinazione gli venne detto che sarebbe stato inviato negli Stati Uniti.

Padre Tolton sapeva il sacrificio che ciò comportava, ma unì la sua sofferenza a quella di Gesù.

Tornò a Quincy, ma il razzismo impedì il suo ministero e chiese di essere trasferito a Chicago. La sua richiesta venne accolta nel 1889.

Padre Tolton iniziò il suo ministero nella comunità dei cattolici neri locali, e presto fu necessaria una chiesa propria, che iniziò in un negozio nel 1891 e divenne nota come la chiesa di Santa Monica.

In quel periodo, padre Tolton mantenne una corrispondenza con la futura Santa Katharine Drexel (canonizzata da Giovanni Paolo II il 1° ottobre 2000, fondò istituzioni educative per i neri e gli amerindi segregati dal razzismo, ndt), e la sua comunità fornì sostegno finanziario per la nuova parrocchia.

Padre Tolton lavorò instancabilmente per la sua comunità. Morì per un colpo di calore mentre tornava da un ritiro sacerdotale a 43 anni.

Raccolta di dati

Il Vescovo ausiliare, monsignor Joseph Perry, sta organizzando la causa di canonizzazione di padre Tolton. Anche se la causa viene considerata “antica” perché non ci sono testimoni viventi, ha spiegato il presule alla rivista diocesana, “credo che ci siano documenti sufficienti per un primo esame da parte di Roma”.

“Padre Tolton lavorò coraggiosamente in questa città e a Quincy, e rimase sempre un sacerdote e un cattolico fedele e obbediente”, ha sottolineato. “Non abbandonò il Signore. Rimase fedele”.

“La sua testimonianza silenziosa è una sfida ai nostri pregiudizi e alla ristrettezza di criterio che ci mantiene isolati dalla varietà nel regno di Dio”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione