Dona Adesso

Carrón: “A San Pietro abbiamo vissuto un incontro con Cristo”

Il presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione commenta l’incontro di questa mattina con Papa Francesco

Erano oltre 80mila le persone presenti questa mattina in piazza San Pietro, provenienti da 47 Paesi del mondo per l’udienza concessa da Papa Francesco a Comunione e Liberazione, nel 10° anniversario della morte di don Giussani e nel 60° dell’inizio del movimento.

Ancora emozionato per le parole del Papa durante il suo discorso, don Julián Carrón, presidente della Fraternità di CL, ha dichiarato: “Oggi in piazza san Pietro noi abbiamo vissuto di nuovo l’esperienza dell’incontro con Cristo. Lo abbiamo visto primerear davanti ai nostri occhi attraverso la persona e lo sguardo di papa Francesco. Lo stesso sguardo che duemila anni fa ha conquistato Matteo, ma oggi!”.

“Oggi – ha aggiunto – abbiamo sperimentato che cos’è la carezza della misericordia di Gesù. Il modo in cui il Papa ci ha abbracciati lo porteremo per sempre nei nostri occhi. Così ci ha fatto capire che ‘il centro è uno solo, è Gesù Cristo’, la cui esperienza ci consentirà di non ridurre il carisma a un ‘museo di ricordi’ e di ‘tenere vivo il fuoco e non adorare le ceneri’”.

Solo questa esperienza dello sguardo di Cristo, secondo don Carrón, “ci impedirà di soccombere a qualsiasi tentativo di autoreferenzialità e ci permetterà di scoprire in ogni uomo che incontreremo quel bene che porta, come ci ha insegnato sempre don Giussani”. “Questa esperienza – ha concluso – ci metterà nelle condizioni di vivere il cristianesimo come “principio di redenzione, che assume il nuovo, salvandolo'”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione