Dona Adesso

“Carità senza Dio? Il cammino cristiano dell’amore”

Per le edizioni Ares esce il libro di mons. Fernando Ocariz, vicario ausiliare dell’Opus Dei, sul tema della carità e dell’amore verso Dio e il prossimo

“Esistono queste tre cose: la fede, la speranza e la carità; ma la più grande di esse è la carità”, scriveva San Paolo nella Lettera ai Corinzi. In merito al rapporto tra verità e carità, monsignor Fernando Ocariz, vicario ausiliare dell’Opus Dei, ha recentemente pubblicato per le Edizioni Ares il libro “Carità senza Dio? Il cammino cristiano dell’amore”.

La sua riflessione nasce dalle domande: “È veramente possibile amare Dio pur non vedendolo? L’amore si può comandare?”. Il libro si sofferma quindi sul concetto di amore: verso Dio e verso il prossimo che non sono due amori ma le due espressioni di un unico amore, la carità teologale.

“Se si perdesse la connessione soprannaturale, la carità diventerebbe mera filantropia, e la Chiesa rischierebbe di trasformarsi in una pur benefica organizzazione assistenziale”, scrive l’autore. E nell’introduzione spiega: “Questo piccolo libro non è un trattato sulla carità, è un insieme di riflessioni, che non si pretendono esaustive, sull’amore a Dio e sull’amore agli altri. Il vasto tema viene considerato, con un minimo di sistematicità e di apparato teologico, in alcuni dei suoi aspetti principali, con speciale riferimento al rapporto tra i due amori: l’amore verso Dio e l’amore verso il prossimo, che costituiscono un’unica carità”.

“Cogliere correttamente tale unità – sottolinea Ocariz – contribuisce in grande misura alla comprensione di come e perché la carità sia l’essenza della vita cristiana, cioè la vita dei figli di Dio in Cristo per la grazia dello Spirito Santo, Amore increato. Facilitare tale comprensione è ciò che ho tentato di fare in queste pagine, cercando di ascoltare Dio nella Sacra Scrittura e seguendo esplicitamente, oltre al Magistero della Chiesa, gli insegnamenti di San Josemaría Escrivá e, per alcuni aspetti, le intuizioni di alcuni Padri della Chiesa e di san Tommaso d’Aquino”.

Monsignor Fernando Ocáriz (Parigi, 1944) si è laureato in Scien­ze Fisiche al­l’U­niversità di Barcellona e in Teo­logia all’Università Lateranense; ha ottenuto il dottorato in Teologia all’Università di Navarra. Sacer­dote dal 1971, già professore ordinario di Teologia Fon­da­mentale e Dogmatica all’Università Pontificia della Santa Croce, attualmente ne è Vice Gran Cancelliere. Oltre che della Congregazione per la Dot­trina della Fede, è consultore della Congregazione per il Clero e del Pontificio Consiglio per la Pro­mozione della Nuova Evan­ge­liz­za­zio­ne. È membro dell’Ac­cademia Pontificia di Teologia.

Tra le sue pubblicazioni in spagnolo: Hijos de Dios en Cristo. Introducción a una teología de la participación sobrenatural; Amor a Dios, amor a los hombres; Voltaire: Tratado sobre la tolerancia; El marxismo: teoría y práctica de una revolución e Naturaleza, gracia y gloria. Per Ares ha pubblicato: La Chiesa mondo riconciliato (2014).

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione