Dona Adesso
Cardinal Angelo Bagnasco

Conferenza Episcopale Italiana

Card. Bagnasco: “Bene i musulmani a Messa per solidarietà”

Secondo il presidente della Cei si sta finalmente riscontrando una “reazione corale” nel mondo islamico nei confronti del terrorismo

La presenza delle comunità musulmane nelle parrocchie, durante le messe domenicali odierne in Francia e in Italia, ha ricevuto l’apprezzamento del cardinale Angelo Bagnasco.

“Siamo molto lieti e molto grati, insieme alle nostre comunità cristiane”, nonché “grati di questa pronta risposta a un appello che aspettavamo”, ha dichiarato il presidente della Conferenza Episcopale Italiana a colloquio con i giornalisti durante la GMG di Cracovia, commentando il gesto dei musulmani, proposto in solidarietà verso la Chiesa Cattolica, ferita dagli attacchi terroristici.

“Il fatto è che non sempre abbiamo sentito una reazione corale, ora questo invece si sta creando”, ha proseguito il porporato, prendendo atto che, nonostante il mondo musulmano sia “abbastanza frammentato”, sulla “condanna netta della barbarie si può essere tutti d’accordo”.

Secondo Bagnasco, “la religione vera porta sempre all’amore, alla pace, illumina la vita, tutto ciò che invece che si tinge di morte può dirsi religioso ma non lo è, mai”. Pertanto, “la primissima risposta al fondamentalismo barbaro e brutale deve arrivare dal mondo islamico, perché se chi pratica la violenza si sente circondato da una condanna netta, chiara, permanente, senza paura credo dovrà prenderne atto”.

In conclusione, il presidente della Cei ha ricordato come “la crisi dell’Europa prima che politica è spirituale”, quindi occorre riaffermare “il primato dello spirito, che significa elevare l’uomo a un livello più alto di pensiero, di azione e di sentire. Credo che questo sia un valore condiviso da tutte le religioni”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione