Dona Adesso
Narnia Festival 2015 Inauguration

Narnia Festival

Campioni di musica e di sport al Narnia Festival

Martedì 28 luglio sarà presentato a Narni il libro Campioni di vita

Grande successo di partecipanti e di pubblico al Narnia Festival, (http://www.narniaartsacademy.com/) un punto di incontro internazionale che si svolge in estate a Narni e che vede la partecipazione di artisti di fama mondiale tra i quali Katia Ricciarelli, Marcello Giordani, Danilo Rea, Maria Rosaria Omaggio, Carol Wincenc, Tali Roth, Silvia Duran, Luc Bouy, Pablo Garcia.

Un incontro in cui arte, cultura, musica, danza, poesia, ballo ed educazione  si incontrano, dialogano e si arricchiscono nel rapporto tra artisti, studenti e pubblico.

Tantissimi gli eventi dal Campus Internazionale di Alto Perfezionamento Artistico per strumentisti, cantanti e danzatori allo Junior Masterclass,  originale iniziativa ludico-didattica dedicata ai bambini dai 6 anni in su in collaborazione con l’Associazione Note Blu.

Dall’International Vocal Arts Program, corsi intensivi per cantanti e debutto in opere liriche ai Progetti di formazione linguistico-culturale, corsi di lingua e cultura italiana in collaborazione con l’Italian American Committee on Education, ente responsabile della promozione della lingua e cultura italiana negli Stati Uniti per conto del Ministero degli Affari Esteri.

Dal Narnia Culture&Leisure, corsi culturali ed escursioni guidate dedicate agli accompagnatori e familiari dei partecipanti al campus al Narnia Flamenco, Workshop di Danza Spagnola e Flamenco fino Narnia Tango – Workshop per tutti i livelli, pratica, milonghe.

Gli spettacoli del Narnia Festival uniscono tradizione e innovazione e spaziano dalla musica classica all’opera lirica, dalla musica liturgica al jazz, dalla danza classica al flamenco e al tango argentino.

Nell’edizione in corso, un ampio spazio sarà dedicato anche allo sport. Martedì 28 luglio all’Auditorium San Domenico, verrà presentato il libro Campioni di vita, edito da ZENITBooks in coedizione con  Ares.

Il libro in questione sostiene che “non si diventa campioni nello sport se non si hanno qualità morali, se non si è generosi, onesti, leali, se non si è grandi nella mente e nel cuore, per gli stessi motivi si può essere campioni nella vita anche se non si è mai vinta una sola gara”.

Nelle pagine di questo libro si trova la storia di campioni olimpici che raccontano l’umiltà e le paure che hanno provato prima di affrontare ogni gara, che narrano della determinazione, del rigore, della costanza, della voglia di migliorarsi che serve per allenarsi.

Ci sono anche storie paradossali, come quella di una persona non vedente che è campionessa alle paraolimpiadi e che sostiene che la paura è solo un occasione per imparare il coraggio.

Il ciclista che non mai vinto una gara da professionista, ma che si è dimostrato un campione quando ha dovuto donare il suo midollo per cercare di curare la sorella colpita da leucemia. 

E poi lo psichiatra che cura giovani che provengono dagli istituti di pena con tecniche di calcio sociale. Il pugile che si è salvato dal carcere coltivando il sogno di andare alle Olimpiadi.

La campionessa olimpica di salto in alto che racconta della sua conversione e il campione di marcia che ha dovuto prendere le ferie per andare alle Olimpiadi.

L’olimpionica di nuoto sincronizzato che adesso e cura e cura persone diversamente abili ed il campione di canottaggio che suona, dirige un coro e un’orchestra, compone e scrive di musica.

Sedici storie incredibili tenute insieme da una grande umanità, un eroismo che fa della pratica sportiva palestra di vita.

Il binomio musica e sport non è casuale. Due recenti studi mostrano che le due attività sono quelle che favoriscono in maniera migliore l’intelligenza dei bambini.

La University of Vermont College of Medicine ha svolto una ricerca su 232 bambini e ragazzi tra i 6 ed i 18 anni da cui risulta che l’educazione musicale influisce in maniera importante sull’intelligenza e sulla coordinazione, favorendo anche il controllo e l’elaborazione delle emozioni.

Un’altra ricerca svolta all’Università dell’Illinois, a Urbana-Campaign, su 24 bimbi tra i 9 ed i dieci anni, ha mostrato che in quelli che svolgono attività sportive, il coordinamento tra le diverse aree celebrali è più efficiente.

A presentare il libro Campioni di vita ci saranno, il marciatore Abdon Pamich, il pugile Vincenzo Cantatore, il canottiere e direttore d’orchestra Lorenzo Porzio, lo psichiatra che usa lo sport per curare le malattie mentali, Santo Rullo, l’imprenditore che ha preso spunto dai valori dello sport per formare i dirigenti di impresa Riccardo Starace. Moderatore: Giampiero Galeazzi.

Il libro Campioni di vita si trova nelle librerie. Se trovate difficoltà a trovarlo, scrivete a ZENITBooks: zenitbooks@zenit.org.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione