Dona Adesso
Kiko Argüello

Wikimedia Commons

Cammino Neocatecumenale a Philadelphia: oltre 1000 famiglie si offrono per evangelizzare il mondo

All’evento, presieduto dall’arcivescovo Chaput, hanno partecipato circa 40mila persone

Oltre 40.000 membri del Cammino Neocatecumenale hanno preso parte ad un Incontro Vocazionale che si è svolto nella notte di ieri, lunedì 28 settembre, a Philadelphia, dopo aver assistito all’Incontro mondiale delle Famiglie insieme a Papa Francesco.  Altre 4mila lo hanno seguito in diretta streaming su internet.

L’evento, che ha avuto luogo nel Wells Fargo Center, è stato presieduto dall’arcivescovo di Filadelfia, mons. Charles Chaput. Erano presenti anche i cardinali Sean O’Malley (Boston), Stanislaw Rylko (presidente del Pontificio Consiglio per i Laici), Theodore McCarrick (arcivescovo emerito di Washington), Jean-Pierre Kutwa (Abidjan, Costa de Marfil), e Andrew Soo-Yung (Seul). Con loro anche altri 30 vescovi degli Stati Uniti e di altri paesi.

La celebrazione è stata guidata dagli iniziatori e responsabili internazionali del Cammino, Kiko Argüello e p. Mario Pezzi. Momento centrale dell’incontro è stato l’annuncio del Kerygma, la Buona Notizia, da parte di Argüello, il quale, subito dopo, ha chiesto vocazioni per il sacerdozio e la vita religiosa. Per ultimo ha svolto una chiamata per le famiglie disposte a partire in missione in qualsiasi zona del mondo, specialmente in quelle secolarizzate.

A questa chiamata hanno risposto 230 ragazzi per entrare il seminario, 400 ragazze per la vita consacrata, e oltre 1000 famiglie (con diversi figli ognuna) per partire in missione. Tutti hanno iniziato adesso un processo di discernimento vocazionale. 

Da parte sua, l’arcivescovo di Philadelphia, nella sua omelia, ha sottolineato che “non esiste un gruppo nella Chiesa oggi che riflette la vita degli Atti degli Apostoli meglio del Cammino Neocatecumenale”. “Quando vescovi e fedeli laici del mondo vi vedono, imparano cosa significa essere Chiesa”, ha aggiunto.

L’arcivescovo ha rivelato anche di aver chiesto a Papa Francesco, durante la sua visita a Philadelphia, di benedire una pietra presa dalla tomba di San Pietro a Roma che servirà come pietra angolare del nuovo seminario diocesano Redemptoris Mater che si sta costruendo nella diocesi. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione