Dona Adesso

Pixabay CC0 - kloxklox_com, Public domain

Cambiare da dentro

Meditazione quotidiana sulla Parola di Dio — Lc 4,1-13

Lettura

Gli esegeti sono concordi nel ritenere che il Vangelo di oggi, in cui si narra di come Gesù sia stato tentato dal diavolo, non riporti gli avvenimenti come sono accaduti realmente. E questo non è difficile intuirlo: troppo rapidamente cambia il luogo e troppo schematiche sono le richieste del diavolo e le risposte di Gesù. Ciò che emerge è il messaggio di san Luca e degli altri Evangelisti che raccontano le tentazioni: Gesù è totalmente uomo, tanto da essere tentato dal male, ed è totalmente Figlio di Dio, venuto per compiere la volontà del Padre.

Meditazione

Quasi tutti abbiamo già preso l’aereo. Al decollo, ma ancora più all’atterraggio, abbiamo potuto ammirare, con il tempo sufficientemente buono, tutte quelle casette, le stradine, le macchinine che si muovevano sotto di noi. Dall’alto sembra un mondo magico, innocente, dove tutto funziona come nei plastici in cui si muovono i trenini. Proviamo anche una sorta di distacco: quel mondo “là sotto” è così lontano da noi, così irreale, che fa sorridere ed è un piacere vederlo così, dall’alto. Questa deve essere stata la prospettiva delle divinità dei greci antichi, che dall’Olimpo osservavano gli uomini sulla terra, quasi dei burattini, e a proprio piacimento, intervenivano per rendere lo spettacolo più divertente per loro. Il Dio vero non ha agito così! Egli si è fatto uomo e ha condiviso la nostra condizione umana, così “adorabile” vista dall’alto quanto terribile quando la si vive standoci in mezzo. Malattie, guerre, carestie, menzogne, tradimenti, gelosie… si vedono solo quando si “atterra”. Il diavolo propone a Gesù tutti i regni della terra – visti dall’alto – a condizione che Gesù lo adori. Sarebbe una via facile, potremmo pensare. Una soluzione “dall’alto” e d’altronde poco sofferta, se pensiamo quanto succederà sulla croce. Ma Gesù risponde: “No”. La Quaresima non è il periodo in cui fare propositi facili, “dall’alto”. Immergiamoci nel nostro cuore, vediamo quello che capita nel mondo in cui viviamo quotidianamente. E cerchiamo quello che deve essere redento in noi. La Quaresima è il periodo in cui cambiare qualcosa “da dentro”. Anche se fosse un piccolo vizio, un atteggiamento sbagliato, qualcosa che sappiamo solo noi. E se qualcuno ci tenta, raccontandoci che potremmo avere tutto facilmente, diffidiamo. Se il Signore stesso si è dovuto abbassare tanto, se è dovuto finire in croce per noi, vuole dire che le vie semplici per liberarci dal male non esistono!

Preghiera

Signore, la tentazione della soluzione facile è sempre lì, dietro l’angolo. Anche durante questa Quaresima la tentazione di non cambiare “da dentro”, ma di rinunciare al massimo a qualcosa di esteriore, è tanta. Tu che conosci la mia condizione, il mio cuore, stammi vicino e aiutami a cambiare veramente.

Agire

Se devo sempre avere ragione: darò ragione almeno una volta al giorno a chi “non sopporto”.

Meditazione del giorno a cura di Alexandra von Teuffenbach, tratta dal mensile “Messa Meditazione”, per gentile concessione di Edizioni ART. Per abbonamenti info@edizioniart.it

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione