Dona Adesso

Papa & Chapecoense, 30 agosto 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Brasile: il Papa saluta i giocatori della Chapecoense

Un incontro “breve ma commovente”

Alla fine dell’Udienza generale di mercoledì 30 agosto 2017, papa Francesco ha salutato i giocatori e lo staff della Chapecoense, la squadra di calcio brasiliana che in un incidente aereo nei pressi della città colombiana di Medellin ha perso nel novembre scorso quasi tutti i suoi giocatori. La Chapecoense doveva disputare in Colombia la finale della Coppa sudamericana.

Durante il “breve ma commovente” incontro — così riferisce la Radio Vaticana — il Pontefice si è intrattenuto in particolare con due dei tre giocatori della Chapecoense sopravvissuti al disastro aereo, il portiere Jakson Follmann e il difensore Alan Rushel. Francesco ha benedetto Follmann, che nello schianto ha perso una gamba, e Rushel.

“Dovevamo morire quel giorno, nel momento delle nostre ultime preghiere pronunciate ad alta voce mentre l’aereo stava precipitando”, hanno dichiarato i due calciatori, le cui parole sono state riportate da “L’Osservatore Romano”, “ma Dio ci ha dato una seconda possibilità e faremo del nostro meglio per onorarla. E naturalmente anche per onorare i nostri amici che non ci sono più.”

Jorge Bergoglio ha salutato tutti i membri della squadra e abbracciato i familiari delle vittime. La Chapecoense ha donato al Papa un pallone con i colori della squadra — bianco e verde –, e la maglia con tutte le firme dei giocatori.

Del gruppo — composto da circa 85 persone — faceva parte anche il parroco della cattedrale di Chapecó, don François Cristiano Cousseau, che ha regalato al Pontefice un’immagine di sant’Antonio, patrono della città, mentre distribuisce il pane ai poveri.

Il presidente del club brasiliano, David Plinio de Nes, ha parlato di “un giorno di grazia per tutti noi”. “Papa Francesco — così ha raccontato al microfono della Radio Vaticana — ci ha fatto sentire il suo amore sin dal tragico momento dell’incidente aereo. Nel momento più difficile della nostra vita, la sua vicinanza ci ha dato la forza per andare avanti.”

Venerdì prossimo, il 1° settembre, la Chapecoense giocherà un’amichevole con l’A.S. Roma, che sarà patrocinata dal Pontificio Consiglio per la Cultura. Presente in piazza San Pietro era anche l’ex calciatore brasiliano del club romano, Aldair. (pdm)

About Marina Droujinina

Giornalismo (Mosca & Bruxelles). Teologia (Bruxelles, IET).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione