Dona Adesso

Vescovi - Bolivia (18/09/2017) - Foto © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Bolivia: Nomina di Ausiliari di Cochabamba

Rev.do Juan Gómez e Rev.do P. Carlos Enrique Curiel Herrera, Sch. P.

Il Santo Padre Francesco ha nominato Vescovi Ausiliari dell’Arcidiocesi di Cochabamba (Bolivia):
– il Rev.do Juan Gómez, del clero dell’arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra, finora Rettore del Seminario Maggiore San Lorenzo, assegnandogli la sede titolare vescovile di Semta;
– il Rev.do P. Carlos Enrique Curiel Herrera, Sch. P., finora Vicario Generale dell’arcidiocesi di Cochabamba, assegnandogli la sede titolare vescovile di Carinola.

Rev.do Juan Gómez
Il Rev.do Juan Gómez è nato i124 giugno 1962 a Comarapa, nell’arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra. Dal 1988 al 1992 ha studiato nel Seminario Minore Espíritu Santo in Espada, nella diocesi di Coroico. Dopo aver svolto l’anno pastorale nel 1993, è stato ammesso nel Seminario Maggiore Nazionale San José a Cochabamba. Ha ottenuto il Baccalaureato in Teologia (1994) e poi il Diploma in Missionologia (2003) presso l’Istituto Superiore di Studi Teologici (ISET) a Cochabamba. Ha conseguito la Licenza in Teologia Pastorale presso la Facoltà Teologica San Pablo a Cochabamba. Inoltre, ha frequentato un corso di Comunicazione Pastorale e presso l’Istituto di Teologia Pastorale del CELAM ha seguito alcuni corsi sulla formazione sacerdotale. Il 27 agosto 1999 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale ed è stato incardinato nell’arcidiocesi di Santa Cruz de la Sierra, nella quale ha svolto i seguenti incarichi: Vicario Parrocchiale di Cristo Misionero a Santa Cruz de la Sierra (1999-2000); Formatore nel Seminario Maggiore Nazionale San José a Cochabamba (2000-2002 e 2011-2013); Rettore del Seminario Propedeutico a Santa Cruz de la Sierra (2003-2007); Rettore del Seminario Maggiore San Lorenzo (2007-2010); Membro del Collegio dei Consultori (2011-2013); Parroco del Santuario Señor de los Milagros a Santa Cruz de la Sierra (2014-2015); Vicario Episcopa1e della Vicaria San Pablo (2014-2015). Dal 2016 è Rettore del Seminario Maggiore Arcidiocesano San Lorenzo a Santa Cruz de la Sierra.

Rev.do P. Carlos Enrique Curiel Herrera, Sch. P.
Il Rev.do P. Carlos Enrique Curiel Herrera, Sch. P., è nato il 4 luglio 1960 a Carora, Estado Lara, in Venezuela, Prima di entrare in Seminario, dal 1978 a 1985 ha studiato Medicina e Chirurgia presso l’Università Los Andes a Mérida (Venezuela), con un post-grado in Anestesiologia, e ha esercitato per alcuni anni la professione medica. Entrato nell’Ordine dei Padri Scolopi, ha compiuto gli studi di Teologia presso l’Istituto di Teologia per Religiosi a Caracas (1991-1996). Ha emesso la Professione Religiosa il 2 agosto 1993 e poi ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale i127 dicembre 1997. All’interno della sua Congregazione ha ricoperto gli incarichi seguenti: Direttore del Collegio San José de Calasanz a Valencia, Venezuela (1998-2003); Rettore della Comunità dei Padri Scolopi Mons. Salvador Montes de Oca a Valencia, Venezuela (2000-2003); Cappellano dei Centri penitenziari di minorenni a Valencia, Venezuela (2002-2004); Maestro e Rettore della Casa di Formazione degli Scolopi nella Vice-Provincia di Venezuela (2004-2006); Assistente ViceProvinciale della Vice-Provincia di Venezuela (2004-2011); Direttore dell’Unità Educativa Mons. Oscar Arnulfo Romero e Vicario Parrocchiale di San Lorenzo a Barquisimeto, Venezuela (2006- 2008); Presidente della Casa dei Padri Scolopi San José de Calasanz a Barquisimeto, Venezuela (2006-2007). Andato poi in Bolivia ha svolto le seguenti funzioni: Parroco di Apóstol Santiago ad Anzaldo, nell’arcidiocesi di Cochabamba (2008-2017); Rettore della Comunità dei Padri Scolopi Virgen de las Escuelas Pías ad Anzaldo (2009-2010 e 2013-2017); Consultore del Vicario Superiore dei Padri Scolopi, Vicariato di Bolivia (2011-2013); Assistente della Vice-Provincia di Brasile-Bolivia (dal 2015). Dal 2017 è Vicario Generale dell’arcidiocesi di Cochabamba.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione