Dona Adesso

Benedetto XVI prega personalmente davanti alla “Virgen de la Caridad de El Cobre”

La sera stessa dell’inaugurazione nei Giardini Vaticani, il Papa emerito ha voluto recitare il Rosario davanti alla Patrona di Cuba insieme ai vescovi

La vicinanza spirituale non gli è bastata, il Papa emerito Benedetto XVI ha voluto pregare personalmente davanti all’immagine della “Virgen de la Caridad de El Cobre”, patrona di Cuba, collocata nei Giardini Vaticani lo scorso 28 agosto.

Il Pontefice, infatti, la sera stessa dopo la cerimonia di benedizione, presieduta dal cardinale Tarcisio Bertone, ha voluto pregare il Santo Rosario davanti all’effigie bronzea di Maria insieme ai vescovi cubani, venuti a Roma per l’evento. Un gesto di devozione verso questa immagine mariana, a cui piedi il Papa aveva già pregato durante il suo “indimenticabile” viaggio a Cuba del 2012.

A diffondere la notizia è stato uno dei presuli della delegazione dell’isola, mons. Arturo González Amador, vescovo di Santa Clara che all’agenzia ACI Prensa ha raccontato:  “Con nostra grande sorpresa, alla fine della celebrazione abbiamo ricevuto l’invito: ‘Questa sera, alle 19, Benedetto XVI vi attende per pregare il Rosario con voi in questi Giardini per finire il tour insieme davanti alla Vergine della Carità'”.

Secondo la ricostruzione del vescovo, Benedetto XVI ha iniziato la sua passeggiata nei Giardini Vaticani visitando le varie immagini mariane di Maria collocate sul sentiero e si è soffermato poi davanti all’immagine della “Virgen”, posta vicino la Torre di San Giovanni. Ha iniziato quindi la recita del Rosario, proseguito poi dal suo segretario personale e prefetto della Casa Pontificia, mons. Georg Gaenswein, e dal Segretario di Stato emerito, il cardinale Bertone.

Con i vescovi, il Papa emerito ha ricordato la sua visita a Cuba nel 2012, l’ultimo viaggio internazionale prima delle dimissioni. “Un ricordo emozionato e affettuoso – ha detto mons. González Amador – Il Papa emerito ha poi chiesto informazioni sulla vita della Chiesa e della gente e ha assicurato la sua preghiera”.

“Unirsi in preghiera con Benedetto – ha soggiunto – è stata una grazia immeritata, un segno di una delicatezza che è solo il primo anello di una catena di grazie che arriverà dalla Vergine a tutti i cubani”

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione