Dona Adesso

Becciu: “Tutte le religioni auspicano la libertà dalla fame”

Intervenendo al National Day della Santa Sede all’Expo 2015, il Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato si sofferma sulla sicurezza alimentare e sul superamento della “globalizzazione dell’indifferenza”

La presenza della Santa Sede all’Expo 2015 è la testimonianza di un “impegno a cooperare” e della “volontà di contribuire, con idee e fatti, agli sforzi volti a garantire l’esistenza umana e a individuare nuove possibilità del sapere e della ricerca”.

Lo ha detto monsignor Giovanni Angelo Becciu, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, intervenendo stamattina al National Day della Santa Sede, celebratosi all’Expo di Milano, con la partecipazione, tra gli altri, dei cardinali Gianfranco Ravasi, commissario generale della Santa Sede per l’Expo, Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e Angelo Scola, arcivescovo di Milano.

Con l’espressione  “Non di solo pane”, che dà il tema al padiglione della Santa Sede, “trovano sintesi quelle condizioni che fanno di ogni essere umano una persona che unisce nella propria esistenza una dimensione spirituale e materiale”, ha affermato monsignor Becciu. In tal modo la Chiesa auspica che “si possano aprire orizzonti più ampi con il riferimento, irrinunciabile, alla persona umana ed al suo desiderio di migliori condizioni di vita”.

La disponibilità del cibo e la sua distribuzione, con tutte le relative prassi di produzione alimentare, non sono aspetti meramente “tecnici”, né riservati alla “competenza politica” o alla “valutazione economica” ma richiedono “principi etici e orientamenti morali su cui fondare conseguenti scelte e decisioni condivise”.

La carenza di cibo che ancora troppe parti del mondo soffrono, nonostante la molteplicità di programmi di cooperazione internazionale, secondo il Sostituto alla Segreteria di Stato, “va ricercata anzitutto nell’assenza di volontà nel condividere” cagionata in primo luogo da “egoismi, interessi particolari, conflitti, speculazione finanziaria, violazione di diritti fondamentali, ineguale partecipazione ed esclusione dai processi decisionali”.

In questo scenario, la Santa Sede non appoggia semplicemente “interventi nelle situazioni di emergenza” ma incoraggia in particolare “attività in favore dello sviluppo agricolo e un loro finanziamento proporzionato alle diverse capacità dei donatori e alle esigenze dei beneficiari”.

Un tale aiuto, ha proseguito monsignor Becciu, richiede da parte delle organizzazioni internazionali e caritative un rispetto delle “diversità”, non “contrapponendole e utilizzando come unico strumento concreto il dialogo”, che non concernerà soltanto l’identità delle “culture alimentari” diffuse nel mondo, né le “pratiche legate alla coltivazione” ma soprattutto le “modalità di consumo del cibo” che vanno ridiscusse.

Oltre alla maggiore cura della “sicurezza degli alimenti” – che pure è sempre più diffusa – serve “un più diretto ripensamento dei nostri stili di vita che sembrano ormai unicamente orientati alla «globalizzazione dell’indifferenza»”, ha sottolineato Becciu.

Un tratto comune tra le varie religioni è stato individuato dal presule nella “immagine del cibo come offerta, che la tradizione cristiana simboleggia nel pane e nel vino”: tutto ciò è “un segno della condivisione, dell’accoglienza” ed anche, ha aggiunto il Sostituto, “del dono reciproco verso l’altro che è poi ogni nostro prossimo”.

Inoltre, le tradizioni religiose “ben conoscono che la libertà dalla fame vuole dire anche libertà dai conflitti e prevenzione della guerra”, ha proseguito monsignor Becciu, concludendo con l’auspicio che i risultati dell’Expo di Milano “possano essere altrettanti strumenti concreti per favorire un sano e pacifico dialogo tra i popoli e tra i Paesi”.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione