Dona Adesso
Bangladesh Flag

Bangladesh Flag - wonderfulengineering

Bangladesh, ancora terrorismo. Bombe e spari alla festa di Eid al-Fitr

Quattro morti oggi a Sholakia per l’esplosione di una bomba. Scontro a fuoco nei pressi di un raduno di 200mila persone per la preghiera di fine Ramadan

È ancora il Bangladesh ad essere teatro di morte e violenza. Dopo il sanguinoso attentato del primo luglio a Dhaka, nel quale sono morte 20 persone, questa mattina l’esplosione di una bomba ha ucciso almeno quattro persone, tra cui un poliziotto, e ne ha ferito altre sette. L’attacco – informa Asia News – è avvenuto a Sholakia, nel distretto di Kishoreganj; ad esso è seguito uno scontro a fuoco nei pressi di un raduno di massa per la preghiera di Eid al-Fitr, la festa che segna la fine del mese del Ramadan.

Un gruppo di attentatori – spiega l’agenzia – ha fatto esplodere alcune bombe rudimentali di fronte alla Azim Uddin High School, a circa un chilometro di distanza dal raduno che ospitava 200mila persone. Mahbubur Rahman, funzionario di polizia addetto alla sala di controllo del distretto, ha dichiarato che gli assalitori: “Hanno lanciato le bombe contro il posto di blocco della polizia. Un poliziotto è rimasto ucciso durante l’esplosione. Un criminale è morto ed un altro è stato arrestato”.

Tofazzal Hosain, vice capo della divisione distrettuale di polizia, ha raccontato che dopo le esplosioni i terroristi hanno attaccato i poliziotti con il machete. Alcuni riferiscono che l’attacco era diretto contro l’imam di Kishoreganj, noto per le sue posizioni liberali. Il capo islamico infatti ha iniziato una campagna di raccolta firme per condannare il terrorismo in nome dell’islam.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione