Dona Adesso
Sukau Sabah Malaysia Islam Cemetery

Sukau Sabah Malaysia Islam Cemetery - Wikimedia Commons

Aumentano gli episodi di islamofobia negli Stati Uniti

Pubblicata la ricerca condotta dall’istituto americano Pew Research Center in base ai dati forniti dall’FBI

Il numero di aggressioni fisiche contro i musulmani negli Stati Uniti ha raggiunto nel 2015 i livelli dell’11 settembre del 2001. È quanto emerge da una ricerca condotta dall’istituto americano Pew Research Center in base ai dati forniti dal Federal Bureau of Investigation (Fbi), che raccoglie i dati sui crimini d’odio, forniti a titolo volontario, da circa 15mila distretti ed enti di pubblica sicurezza dislocati nel paese.

Lo scorso anno – si legge nel rapporto ripreso da L’Osservatore Romano – sono state 91 le aggressioni aggravate o semplici motivate da pregiudizio islamofobo, appena due in meno rispetto alle 93 segnalate nel 2001. Inoltre, il numero di reati e di atti di intimidazione anti-islam è aumentato nel 2015, con i 120 casi riferiti all’Fbi. Si tratta del numero più elevato di casi di intimidazione anti-islam, riportati lo scorso anno dal 2001 quando se ne registrarono 296.

Nel complesso, l’Fbi ha segnalato 257 casi di crimini d’odio anti-islam nel 2015, un aumento del 67% rispetto all’anno precedente. Al contrario, i crimini perpetrati contro altri gruppi religiosi riguardano le offese contro la proprietà, come il vandalismo o furto. Ad esempio, il 64% di reati contro gli ebrei e il 51%o dei reati contro i cattolici nel 2015 sono stati atti di vandalismo, rispetto, invece, al 23% dei reati contro le persone di fede islamica.

La maggior parte degli americani sostiene che ci sia molta discriminazione negli Stati Uniti contro i musulmani — circa sei adulti su dieci (59%) — mentre quasi tre quarti degli americani (76%) sono convinti che la discriminazione contro i musulmani negli Stati Uniti sia in aumento.

L’indagine del Pew Research Center ha rilevato, inoltre, che quasi la metà degli adulti americani (49%) ritiene che la maggior parte dei musulmani che vivono negli Stati Uniti sono antiamericani, tra questi l’11% sostiene che “molti” o “quasi tutti” gli islamici sono antiamericani. Da un’altra ricerca svolta nello stesso periodo è emerso che il 46% degli statunitensi ritiene che l’islam incoraggi alla violenza più di qualsiasi altra religione.

I dati ufficiali dell’Fbi per il 2016 non sono stati ancora resi noti, ma — secondo il Pew Research Center — ci sono segnali che fanno trasparire un aumento degli episodi di odio a sfondo religioso. Sebbene non tutte le aggressioni possono essere confermate, il Southern Poverty Law Center, un’associazione a difesa dei diritti civili che analizza i crimini di odio, ha riferito che appena cinque giorni dopo le elezioni presidenziali si sono verificati più di 30 casi di aggressioni anti-islam.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione