Dona Adesso

Assisi: le diocesi del Lazio in pellegrinaggio con il cardinale Vallini

Al termine dell’evento, in programma il 3 e il 4 ottobre, il sindaco di Roma Ignazio Marino accenderà la lampada votiva dei Comuni d’Italia a San Francesco con l’olio offerto dal Lazio

Venerdì 3 e sabato 4 ottobre le diocesi del Lazio saranno ad Assisi per il pellegrinaggio regionale in occasione della festa di San Francesco. In questa ricorrenza ogni anno una regione d’Italia è invitata a offrire l’olio per la lampada che arde sulla tomba del santo patrono d’Italia e il prossimo 4 ottobre saranno proprio le Chiese del Lazio a compiere lo speciale gesto di devozione. A guidare l’evento sarà il cardinale vicario Agostino Vallini, presidente della Conferenza episcopale del Lazio, che così riassume le finalità dell’incontro: «Chiederemo a San Francesco di vegliare sulla nostra Nazione in questo non facile momento, in cui l’Italia deve affrontare molteplici sfide». In particolare «per la nostra Chiesa di Roma recarsi pellegrina ad Assisi assume un significato speciale perché affideremo alla protezione del Santo la persona e il ministero del nostro Vescovo, il Papa Francesco».

Venerdì 3, alle 17 ad Assisi, si svolgerà il Corteo civile da piazza Garibaldi alla vicina basilica papale di Santa Maria degli Angeli, con la partecipazione dei presidenti delle Regioni e delle Province di Umbria e Lazio, con i sindaci del Lazio e il sindaco di Assisi. Alle 17.30, nella basilica di Santa Maria degli Angeli, dopo l’accoglienza delle autorità civili da parte del custode del Convento di Santa Maria degli Angeli, il francescano padre Vittorio Viola, si volgerà la solenne commemorazione del Transito di San Francesco, presieduta dal vescovo di Rieti monsignor Delio Lucarelli, assistito dai cardinali Attilio Nicora, legato pontificio per le basiliche papali di Assisi, e Agostino Vallini, vicario generale di Sua Santità per la diocesi di Roma. Parteciperanno i vescovi delle diocesi del Lazio e il vescovo di Assisi, monsignor Domenico Sorrentino. Saranno presenti i ministri generali e provinciali delle Famiglie francescane. Durante la liturgia è prevista l’offerta dei doni da parte del sindaco di Assisi e delle autorità civili del Lazio.

Sabato 4, alle 8.30, nel Palazzo Municipale di Assisi si terrà l’incontro delle autorità civili del Lazio con la Municipalità di Assisi. Alle 9, il corteo civile da piazza del Comune alla basilica di San Francesco. Quindi, alle 9.30 nella basilica papale di San Francesco (chiesa superiore), ci sarà l’accoglienza del corteo da parte del custode del Sacro Convento, il francescano padre Mauro Gambetti; seguirà alle 10.30 la solenne concelebrazione in Cappella papale, presieduta dal cardinale vicario Agostino Vallini assieme ai vescovi delle diocesi del Lazio, al vescovo di Assisi monsignor Domenico Sorrentino, ai ministri generali e provinciali delle Famiglie francescane.

All’offertorio il sindaco di Assisi e le autorità istituzionali, insieme ai fedeli delle diocesi del Lazio, presenteranno doni tipici regionali a San Francesco. Prima dei riti di conclusione, il sindaco di Roma Capitale Ignazio Marino accenderà la lampada votiva dei Comuni d’Italia con l’olio offerto dal Lazio. Alle 11.30, nella Loggia del Sacro Convento seguirà il saluto delle autorità religiose e civili. Quindi nel pomeriggio, alle 16 nella basilica papale di San Francesco (chiesa inferiore), si svolgeranno i vespri pontificali in Cappella papale presieduti da monsignor Gino Reali, vescovo della diocesi suburbicaria di Porto e Santa Rufina e delegato per il pellegrinaggio regionale ad Assisi.

Al termine (ore 16.45), il corteo con le autorità civili del Lazio e di Assisi muoverà dalla basilica inferiore alla piazza superiore: qui, la chiusura, con la preghiera di protezione per l’Italia e per il mondo con la reliquia della benedizione autografa di San Francesco e la distribuzione dei ramoscelli d’ulivo

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione