Dona Adesso

Arrestati due musulmani: progettavano attentati in Italia

Si tratta di un tunisino e di un pachistano. Avevano creato un account Twitter con il quale rivolgevano messaggi minacciosi al nostro Paese a firma “Islamic State”

Intercettata una piccola cellula terroristica, pronta ad attuare azioni terroristiche in Italia. Due cittadini stranieri, un tunisino di 35 anni e un pachistano di 27, sono stati arrestati dalla polizia all’alba di oggi a Brescia. L’accusa, secondo gli inquirenti, è di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale e di eversione dell’ordine democratico. 

“Gli indagati, sostenitori dell’organizzazione terroristica Is, svolgevano continuativa attività di istigazione pubblica in rete”, si legge nella nota. In particolare, spiega la polizia, il tunisino aveva creato un account Twitter Islamic_State_in_Rom con cui inviava “messaggi minacciosi a firma Islamic State sullo sfondo di alcuni luoghi-simbolo italiani, a Roma e Milano”.

Uno dei messaggi, scritti a penna, in italiano, arabo e francese, su alcuni foglietti tenuti in mano che avevano sullo sfondo alcuni luoghi simbolo come il Colosseo a Roma, il Duomo o la stazione di Milano, oltre a mezzi della polizia, fermate della metropolitana, tratti autostradali e bandiere dell’Expo, recitava: “Siamo nelle vostre strade. Siamo ovunque. Stiamo localizzando gli obiettivi, in attesa dell’ora X”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione