Dona Adesso
Don Fortunato Di Noto

ZENIT - WR

Amoris laetitia. Di Noto: “Grazie al Papa per le parole sulla lotta alla pedofilia”

Il fondatore dell’associazione Meter plaude al paragrafo dell’Esortazione apostolica dedicato ai bambini “abbandonati nell’educazione e nella formazione”. E dice: “Ora i vescovi si impegnino”

“Confortano e incoraggiano le parole del Papa sullo sfruttamento e la condizione dei bambini e la pedofilia nella Esortazione apostolico post-sinodale Amoris Laetitia, ora bisogna passare alle azioni pastorali”.

Sono le immediate parole di don Fortunato Di Noto, fondatore di Meter onlus (da 25 anni impegnata nel tutelare l’infanzia contro le forme di sfruttamento sessuale e la pedofilia), alla luce dell’ampio paragrafo che descrive la condizione dei bambini “il più delle volte abbandonati nell’educazione e nella formazione”.

Il documento papale, inoltre – sottolinea il sacerdote – parla anche di temi come abusi sessuali e pedofilia, sottolineando che: “L’abuso sessuale dei bambini diventa ancora più scandaloso quando avviene in luoghi dove essi devono essere protetti, particolarmente nelle famiglie, nelle scuole e nelle comunità e istituzioni cristiane”.

Per il fondatore di Meter, “non basta solo il richiamo, la denuncia, la condizione che tutti ormai conosciamo e che da decenni sono sotto gli occhi di tutti. Non è più possibile pensare che i vescovi e le comunità diocesane e parrocchiali in sinergia efficace e autentica non si impegnino in questo cammino di prevenzione e di pastorale di prossimità”.

“Mai più – afferma – devono accadere le violenze e gli abusi sui minori, spesso subiti nell’ambito familiare e in tante realtà che dovrebbero tutelare e favorire la crescita sana ed equilibrata”.

A tal proposito, aggiunge don Di Noto, “il 1° maggio celebreremo 20 anni della Giornata Bambini Vittime della Violenza e della pedofilia, parteciperemo al Regina Coeli con Papa Francesco: sarà la buona e bella occasione per esprimere pubblicamente che ci siamo e che continuiamo ad operare per il bene dei piccoli nella Chiesa e nella società”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione