Dona Adesso

Amare è il passaporto per il futuro

Nel libro “Mi ami tu? Eros ed Agape: l’amore tra attrazione e dono”, edito da IF press, don Andrea Mariani indaga sul mistero dell’amore che “non è solo umano”, ma “un dono di Dio”

“Nessuno può vivere senza amore. Chi ama non muore, perché si offre! Ed in questo modo vive nell’altro, abita in Oltre, esiste per sempre. Una società senza amore è inconcepibile; neppure una famiglia qualsiasi è pensabile. Una Chiesa senza amore è incoerente; anzi diabolica: il Male per eccellenza è il principio di ogni divisione. La Rivelazione è tutta qui: Dio ama! Dio è Amore! E ciò non è un’utopia: l’uomo è realmente chiamato ad un destino di amore”.

Con queste parole don Andrea Mariani dà inizio al libro “Mi ami tu? Eros ed Agape: l’amore tra attrazione e dono”, edito da IF press. L’introduzione del volume è affidata al sociologo Francesco Alberoni che scrive: “Molti miei colleghi si prodigavano a studiare rimedi per la fragilità del matrimonio, per evitare il divorzio, per ridurre al minimo il danno per i figli, ma volevano farlo senza studiare il più importante fattore che tiene unita la coppia e rende durevole il matrimonio: l’amore appassionato che dura”

“Ecco perchè sono stato felice quando don Mariani mi ha mostrato il suo libro sull’innamoramento e ancor più lo sono oggi leggendo il suo Mi ami tu ?”, prosegue Alberoni, “Egli sa che uno dei legami fondamentali che tiene insieme la coppia e la famiglia è l’amore dell’innamoramento, l’amore appassionato di chi ha liberamente deciso di sposarsi”.

Secondo don Andrea Mariani, docente in teologia morale e bioetica in diverse Università Pontificie, oltre che prolifico scrittore, la domanda “Mi ami tu?” non può che rimanere “aperta”. “Quando tutto va bene – scrive nel volume – è facile amare. Ma che ne è dell’amore quando sopraggiunge qualche problema, incomprensione, difficoltà?”.

Per capire che cosa permette all’innamoramento di diventare amore vero e duraturo, il sacerdote propone alcune considerazioni: anzitutto il fatto che “l’amore non è solo umano”, ma “con il sacramento del Matrimonio diviene reale partecipazione all’Amore di Dio”. “L’amore – prosegue – non è un semplice slancio di istinto e di sentimento, ma libertà e responsabilità, dono e compito”.

Inoltre “l’amore tra un uomo e una donna non è mai fine a se stesso – afferma l’autore – ma questo non lo si intuisce se non si ammette la presenza di un Altro“. La complessità dell’amore, poi, “non può non includere l’esperienza religiosa”, nel senso che “l’amore dura quando lo si concepisce come dono dall’Alto per unire due libertà chiamate a trasmettere a loro volta amore e passione”.

Per il sacerdote, il segreto sta tutto qui: cogliere che lo scopo dell’amore, come della vita, è sempre Oltre. In altre parole che “per amare veramente non basta l’umano”, perché – afferma Mariani – “anche gli attimi di piacere sempre uguali esigeranno continuamente una insaziabile avidità di viverne ancora. E quindi può capitare di diventare schiavi del proprio corpo; lo si donerà buttandolo via con la pretesa di chiamare tutto questo amore”.

“Se manca l’Amore nel cuore umano, rimane il suo surrogato, la parte più esteriore, la disordinata passione fine a se stessa e non la disinteressata ricerca di amare l’altro/a con gratuità”, si legge ancora nel libro. “Occorre quindi imparare sempre ad amare. Perché amare è la manifestazione consapevole della totalità: l’amore è per sempre”.

“L’amore è una profezia: vera e fragile”, conclude don Andrea, “le parole non lo possono né lo riescono ad esaurire; il suo valore nessuno lo può attenuare. Educare ed educarsi ad amare è il passaporto per il futuro!”.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione