Dona Adesso

Alla periferia del Vangelo tra fede e scienza

Domani l’inaugurazione dell’Anno pastorale nell’arcidiocesi di Catanzaro, alla presenza dell’arcivescovo Vincenzo Bertolone

Sarà inaugurato ufficialmente domani, mercoledì 5 ottobre, l’anno pastorale dell’Arcidiocesi metropolitana di Catanzaro-Squillace. La comunità diocesana si ritroverà alle ore 16.30 nella Cattedrale di Catanzaro, per partecipare alla prolusione sul tema Il dialogo tra fede e scienza: nuova periferia per la testimonianza del Vangelo. Nel corso dell’evento sarà presentato il testo di don Francesco Brancaccio Ai margini delluniverso, al centro del creato. Le note comunicative saranno, come sempre, curate da don Giovanni Scarpino.

L’opera in questione esplora alcuni temi avvincenti del dialogo tra scienza e fede cristiana, cercando uno sguardo globale che integri le loro prospettive, senza concordismi forzati e nel rispetto delle specificità metodologiche di ciascuna. Il tema scelto per la prolusione fa riferimento a un preciso obiettivo del libro: esso si presenta infatti come un peculiare tentativo di contribuire all’impegno per la nuova evangelizzazione, che tra le vie da percorrere alla luce di Cristo non trascura il dialogo franco e consapevole con la cultura laica.

Il confronto tra fede e scienze, infatti, se condotto in modo rispettoso, apre inevitabilmente alle domande più ampie e feconde sulla nostra casa comune e sulla pienezza dell’umano. In tal modo esso attraversa ambienti culturali e sociali che di solito costituiscono delle nuove “periferie”, rispetto agli spazi abitualmente percorsi dall’annuncio del Vangelo.

Ad introdurre i lavori sarà l’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone, presidente della Conferenza Episcopale Calabra, che nei giorni scorsi ha fatto dono alla comunità ecclesiale della sua lettera pastorale dal titolo Il fascino del Vangelo della tenerezza, in cui ripropone illuminati suggerimenti pastorali rileggendo la figura del Beato Pino Puglisi con “lo stile straordinariamente ordinario per i nostri tempi in continuo cambiamento”.  La prolusione sarà dettata dalla prof.ssa Marinella Perroni, teologa e docente nel Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma, mentre le conclusioni saranno affidate a don Francesco Brancaccio, autore del testo.

La serata proseguirà con la concelebrazione eucaristica, presieduta dall’Arcivescovo metropolita, mons. Vincenzo Bertolone, che, alla presenza del clero e di tutti i fedeli, dichiarerà ufficialmente aperto l’anno pastorale 2016-2017, nella solennità della dedicazione della Chiesa Cattedrale.

About Egidio Chiarella

Egidio Chiarella, pubblicista-giornalista, ha fatto parte dell'Ufficio Legislativo e rapporti con il Parlamento del Ministero dell'Istruzione, a Roma. E’ stato docente di ruolo di Lettere presso vari istituti secondari di I e II grado a Lamezia Terme (Calabria). Dal 1999 al 2010 è stato anche Consigliere della Regione Calabria. Ha conseguito la laurea in Materie Letterarie con una tesi sulla Storia delle Tradizioni popolari presso l’Università degli Studi di Messina (Sicilia). E’ autore del romanzo "La nuova primavera dei giovani" e del saggio “Sui Sentieri del vecchio Gesù”, nato su ZENIT e base ideale per incontri e dibattiti in ambienti laici e religiosi. L'ultimo suo lavoro editoriale si intitola "Luci di verità In rete" Editrice Tau - Analisi di tweet sapienziali del teologo mons. Costantino Di Bruno. Conduce su Tele Padre Pio la rubrica culturale - religiosa "Troppa terra e poco cielo".

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione