Dona Adesso
Syrian girls in Aleppo

Syrian girls in Aleppo - flickr

Aleppo: bambini in preghiera per la pace

L’iniziativa dei francescani convocata per il 6 ottobre coinvolgerà sia cristiani che musulmani

I bambini cristiani e musulmani di Aleppo si riuniranno in preghiera il prossimo 6 ottobre per la pace nella loro città e in tutta la Siria. Lo riferisce all’agenzia Fides, arcivescovo dell’arcieparchia armeno-cattolica di Aleppo, Boutros Marayati.

L’iniziativa lanciata dai francescani, che coinvolgeranno in primo luogo le scuole. I bambini metteranno le loro firme in calce ad un nuovo appello ai potenti della terra perché mettano fine a un conflitto che dura da più di cinque anni e in cui le principali vittime sono i più piccoli e gli innocenti.

“Pregheranno per tutti i loro coetanei. E confidiamo nel fatto che la preghiera dei bambini è più potente della nostra”, ha sottolineato monsignor Marayati.

“Mercoledì scorso – prosegue l’arcivescovo – i rappresentanti del governo e dell’esercito siriani hanno convocato una riunione per spiegare che di lì a poco avrebbero diffuso un appello alla popolazione civile insediata nei quartieri sotto il controllo dei ribelli”.

“L’appello, diffuso con la televisione e coi social network, avvertiva che sarebbero stati lasciati aperti dei varchi per permettere alla popolazione di lasciare quei quartieri, e dirigersi in aree indicate come sicure, senza timore di subire rappresaglie. In effetti, molte famiglie di civili hanno lasciato quei quartieri e sono state accolte nella zona controllata dall’esercito governativo, a conferma che l’appello era in qualche modo arrivato a destinazione. Per i gruppi che arrivavano, sono state predisposte anche strutture abitative per l’accoglienza. Ma non è stata un’evacuazione di massa. Forse molti non possono uscire”, ha poi concluso Marayati.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione