Dona Adesso
Dialogo interreligioso

Pixabay - CC0

Al via la Settimana mondiale dell’armonia interreligiosa

Dal 1° al 7 febbraio, una serie di iniziative e campagne di sensibilizzazione per promuovere a livello mondiale il dialogo, la cooperazione tra i popoli e la tutela dei diritti umani

Come ogni anno, la prima settimana di febbraio, ha preso il via la Settimana mondiale dell’armonia interreligiosa, proclamata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2010. Obiettivo dell’evento – che quest’anno si celebra dal 1° al 7 febbraio – è promuovere a livello mondiale il dialogo e la comprensione tra i seguaci di diverse fedi, in modo da rafforzare l’armonia interreligiosa e la cooperazione tra i popoli,  e tutelare i diritti umani costruendo una cultura di pace e tolleranza.

In occasione di questa ricorrenza – informa la Radio Vaticana – l’Assemblea generale incoraggia gli Stati membri, le organizzazioni intergovernative e non governative, i leader dei movimenti interreligiosi e gli esponenti della società civile a diffondere il messaggio di armonia interreligiosa e di buona volontà nelle chiese del mondo, nelle moschee, sinagoghe, templi e altri luoghi di culto. A tal fine si terranno, lungo tutta la settimana, eventi culturali e campagne di sensibilizzazione.

Alle diverse iniziative promosse per questa edizione, aderisce, tra gli altri, anche il Kaiciid, il Centro internazionale per il dialogo interreligioso e culturale “Re Abdullah Bin Abdulaziz”. Fondato nel 2012 a Vienna da Arabia Saudita, Spagna e Austria e con la Santa Sede nel ruolo di organismo osservatore fondatore, il Centro vuole incoraggiare il dialogo tra i seguaci delle diverse religioni e culture del mondo, così da migliorare la cooperazione, il rispetto delle diversità, la giustizia e la pace.

Lunedì – riferisce ancora l’emittente – l’organizzazione ha partecipato “al Vespro per la Pace” nella celebre abbazia benedettina di Melk, a Vienna, insieme a diversi leader religiosi austriaci, ai membri del Corpo diplomatico presso l’Ocse ed esponenti della società civile. Ieri invece il Kaiciid e l’ambasciatore del Regno di Giordania, hanno invitato il presidente austriaco Heinz Fischer a parlare dell’importanza del dialogo interreligioso per la soluzione dei tanti problemi che affliggono il mondo oggi, compreso quello della crisi dei rifugiati.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione