Dona Adesso

Agli iracheni il dono delle reliquie di Giovanni Paolo II

L’omaggio al termine del pellegrinaggio dell’ORP

Si è concluso ieri a Baghdad il pellegrinaggio in Iraq dell’Opera Romana Pellegrinaggi (ORP). Ieri la delegazione ha visitato la cattedrale caldea a cui è stata consegnata la statua del Beato Giovanni Paolo II, la cattedrale siro-cattolica a cui è stato donato il reliquiario con la reliquia di Giovanni Paolo II, la cattedrale armena a cui è stata donata l’Icona Processionale e quella latina cui è stata portata la Lampada della Pace.

I pellegrini hanno poi incontrato due parlamentari iracheni e hanno pranzato con il Nunzio. A seguire, nel pomeriggio, si è svolta la Santa Messa nella cattedrale caldea di San Giuseppe. Oggi la delegazione si è trattenuta a Baghdad fino alla tarda mattinata per poi ripartire alla volta di Roma dove sarà di ritorno domani.

Il pellegrinaggio, iniziato venerdì 13 dicembre a Bassora, è proseguito con la santa messa celebrata dal Vescovo ausiliare caldeo di Baghdad, monsignor Shlemon Warduni, nella chiesa di Sant’Efrem gremita di bambini che hanno accolto i pellegrini con canti e feste.

La delegazione ha poi raggiunto Nassiriya dove monsignor Liberio Andretta, a capo della delegazione ORP, è stato accolto e salutato dal Governatore della città.

Sabato è stata la volta della visita della Ziqqurat, dove si è svolta una cerimonia alla presenza delle più alte cariche parlamentari di Stato irachene con tanto di rispettivi inni nazionali.

La Santa Messa, avvenuta nella casa di Abramo è stato un momento molto significativo e toccante, così come emozionante è stato il momento in cui è stato piantato un ulivo, simbolo di pace e riconciliazione, nel giardino della camera di commercio di Nassiriya, edificio costruito sull’area dove sorgeva la basa militare italiana colpita dall’attentato che 10 anni fa uccise 19 italiani.

Domenica la delegazione dell’ORP è stata al Chibaysh per la visita alle paludi in pagode a motore, poi si è spostata a Najaf, dove sono avvenuti gli incontri con le autorità locali.

Lunedì i pellegrini hanno visitato la moschea di Najaf. Hanno poi incontrato lo sceicco Diaa Aldin Zain Aldin, Segretario generale della moschea, e hanno raggiunto Babilonia. A Babilonia hanno visitato due palazzi di Saddam Hussein ed hanno incontrato il Nunzio Apostolico in Iraq, Giorgio Lingua ed un sostituto del Governatore di Najaf. Toccante il momento della preghiera con alcuni cristiani dell’area di Babilonia.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione