Dona Adesso

Ad agosto la beatificazione dei tre missionari uccisi in Perù

I due francescani polacchi Tomaszek e Strzalkowski e l’italiano don Alessandro Dordi furono uccisi nell’agosto del ’91 a Pariacoto e Rinconada. Mons. Piorno: “Saranno i primi martiri della diocesi e del Perù”

Lunedì scorso, insieme al riconoscimento del martirio di mons. Romero, il Papa ha promulgato i decreti sul martirio anche dei tre missionari morti nel 1991 in Perù. Si tratta dei due francescani polacchi Michele Tomaszek e Sbigneo Strzalkowski e del sacerdote diocesano italiano Alessandro Dordi, uccisi dai terroristi di Sendero Luminoso il 9 e il 25 agosto 1991 a Pariacoto e a Rinconada.

La beatificazione dei tre missionari sarà celebrata nel mese di agosto, nella diocesi di Chimbote, presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi.

L’annuncio – riferisce Fides – è stati dato ieri, durante una conferenza stampa, dal vescovo di Chimbote mons. Francisco Simon Piorno, il quale ha parlato di “una grande soddisfazione”: “Dobbiamo rendere infinitamente grazie a Dio per avere la grazia di contare nella nostra Chiesa locale, e anche a livello del Perù, su tre sacerdoti che hanno servito i villaggi di Pariacoto e Santa, ma che hanno dovuto dare la vita in un clima di tanta violenza”, ha sottolineato il presule.

E ha aggiunto: “In questi sacerdoti possiamo vedere una fede così grande che non si perde in nessun momento. Dobbiamo ringraziare Dio perché adesso abbiamo i primi martiri della nostra diocesi e nel Perù”. 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione