Dona Adesso

25° anniversario della consegna della Croce ai giovani

L’evento verrà ricordato nell’Udienza generale da Benedetto XVI

CITTA’ DEL VATICANO, lunedì, 20 aprile 2008 (ZENIT.org).- In occasione dell’Anno Santo straordinario della Redenzione (1983-1984) Giovanni Paolo II volle mettere una Croce di legno, semplicissima, accanto all’altare della Basilica di San Pietro.

Alla chiusura dell’Anno Santo, esattamente venticinque anni fa, il Papa affidò quella stessa Croce ai giovani del mondo con queste parole: “Portatela nel mondo come segno dell’amore del Signore Gesù per l’umanità e annunciate a tutti che solo in Cristo morto e risorto c’è salvezza e redenzione”. 

L’invito fu preso alla lettera dai giovani del Centro internazionale giovanile San Lorenzo, cui Giovanni Paolo II aveva consegnato la Croce in rappresentanza della gioventù mondiale: quello stesso anno, infatti, fu portata a Monaco di Baviera e a Praga.

Da allora, per 25 anni, la Croce non ha mai smesso di viaggiare per il mondo, visitando principalmente i Paesi in cui si sono tenute le Giornate Mondiali della Gioventù, ma portando un segno di speranza anche in altri luoghi, come il continente africano, dove è stata accolta con grande devozione da migliaia di giovani. 

Dal 2003, secondo la volontà di Papa Giovanni Paolo II, la Croce è accompagnata nei suoi pellegrinaggi da una copia dell’icona mariana “Salus Popoli Romani”, segno della materna protezione di Maria. 

Mercoledì prossimo, 22 aprile, ricorrerà il 25° anniversario della consegna della Croce ai giovani e dell’inizio del suo straordinario pellegrinaggio attraverso i continenti. L’evento verrà ricordato nell’Udienza generale da Benedetto XVI, che affiderà nuovamente la Croce a un gruppo di giovani del Centro San Lorenzo.

Sarà presente alla cerimonia anche il Cardinale Stanisław Ryłko, Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, dicastero vaticano incaricato dell’organizzazione delle Giornate Mondiali della Gioventù.

Al termine dell’Udienza generale, la Croce e l’icona di Maria verranno portate in processione, con musica e canti, al Centro San Lorenzo, sostando in Piazza San Pietro per un momento di evangelizzazione e per dar modo ai presenti di venerarle.

Nel pomeriggio, insieme ai giovani, esse torneranno in pellegrinaggio nel centro storico di Roma, fino a Piazza Navona, per annunciare a tutti ancora una volta che “solo in Cristo morto e risorto c’è salvezza e redenzione”.  

La celebrazione dell’anniversario si chiuderà al Centro San Lorenzo alle 17 con un’ora di adorazione, seguita dalla Santa Messa celebrata alle 18 da padre Eric Jacquinet, Responsabile della Sezione Giovani del Pontificio Consiglio per i Laici. 

In seguito la Croce, ormai nota come “Croce delle GMG”, partirà per un breve pellegrinaggio in Polonia per poi trasferirsi in Spagna, dove si recherà in tutte le diocesi del Paese in preparazione della XXVI Giornata Mondiale della Gioventù, che si terrà a Madrid nell’agosto 2011.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione